Champions League: Bayern, Gladbach e Leverkusen per rilanciarsi, Dortmund per la vetta

89
0
CONDIVIDI
Bayern

Torna stasera la Champions League, che vivrà una due giorni di fondamentale importanza per il cammino delle squadre tedesche, che a 180’ dal termine dei gironi lottano ancora per raggiungere i propri obiettivi.

Si comincia già alle 18, con il Bayer Leverkusen impegnato in Russia in casa del CSKA Mosca: le aspirine stanno viaggiando a ritmo lento in campionato, dove sono reduci dalla rocambolesca sconfitta interna contro il Lipsia, ma in Europa hanno trovato grande continuità di risultati, nonostante un girone molto impegnativo; il successo di misura ottenuto nella tana del Tottenham nello scorso turno ha permesso di centrare la prima vittoria dopo tre pari consecutivi, ma soprattutto di superare i rivali inglesi, al momento eliminati ed impegnati nel big match di giornata contro il Monaco. Per i ragazzi di Schmidt, che dovrà rinunciare al lungodegente Bellarabi, una vittoria questa sera potrebbe significare la matematica certezza di andare agli ottavi, un traguardo alla portata ma non certo semplice da raggiungere visto il difficile avvio di stagione.

In serata spazio al Borussia Dortmund di Tuchel, galvanizzato dal successo di sabato nella caldissima sfida contro il Bayern, che ha permesso ai gialloneri di accorciare le distanze in classifica sugli eterni rivali; avversario al Westfalenstadion sarà il Legia, già spazzato via all’andata ma capace di fermare il Real Madrid in Polonia nella giornata precedente. La vittoria per Aubameyang e compagni è d’obbligo, anche perché consentirebbe con ogni probabilità di andarsi a giocare l’ultimo match in casa dei campioni in carica con due risultati a disposizione su tre, con l’obiettivo dichiarato di chiudere al comando il girone. Senza Burki, che rimarrà fuori per circa due mesi a causa di una frattura ad una mano, toccherà a Weidenfeller tornare a difendere la porta della squadra che l’ha visto protagonista nella memorabile cavalcata di quattro stagioni fa.

Mercoledì sarà la volta proprio dei bavaresi, che hanno fin qui disputato una stagione positiva ma forse un po’ al di sotto delle attese, inciampando già più di qualche volta tra campionato e coppa; la sfida di Rostov, in programma alle 18, rappresenta comunque un crocevia importante della stagione, visto che una mancata vittoria significherebbe quasi certamente secondo posto nel girone dietro all’Atletico Madrid, con conseguenti rischi di sorteggio agli ottavi. I tre punti per gli uomini di Ancellotti varrebbero però doppio, visto che proprio all’ultima giornata è in programma lo scontro diretto contro i colchoneros, che arriverebbero all’Allianz Arena con tre punti di vantaggio, ma con appena un gol a favore maturato nella sfida giocata al Calderon lo scorso settembre.

Ultima delle rappresentanti tedesche a scendere in campo sarà il Borussia Mönchengladbach, reduce dall’ennesima sconfitta stagionale, l’1-2 casalingo nel sentitissimo derby contro il Colonia; gli uomini di Schubert, la cui panchina comincia a traballare, hanno disputato un buon match, ma hanno pagato ancora una volta la scarsa vena realizzativa sotto porta e i problemi difensivi. Contro il Manchester City i fohlen avranno la possibilità di riscattarsi, ed in caso di vittoria potrebbero addirittura tornare in corsa per la qualificazione, in attesa però della trasferta al Camp Nou del prossimo mese; sarebbe comunque importante muovere la classifica, per avvicinarsi a quello che appare l’obiettivo più alla portata, ovvero il terzo posto, che consentirebbe comunque di partecipare all’Europa League dai sedicesimi di finale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS