La favola continua: il Lipsia batte 3-1 il Mainz e aggancia il Bayern in testa,

116
0
CONDIVIDI
Lipsia - Forsberg

Il Lipsia non ha paura di volare. Lo ha dimostrato oggi pomeriggio confermando di essere non solo la più bella sorpresa di questa Bundesliga ma bensì una meravigliosa realtà. Ormai ogni record è battuto, perchè nessuna neopromossa in Bundesliga aveva mai saputo fare meglio, infilando 10 partite di imbattibilità, totalizzando 24 punti sui 30 disponibili e vincendo le ultime 5 gare consecutive. Adesso lassù, insieme ai “giganti” del Bayern, c’è anche una squadra giovanissima che vince e convince e che soprattutto non ha paura di continuare a stupire.

La gara – I ragazzi terribili di Hasenhuttl hanno avuto la forza mentale (nonostante la giovane età) di entrare subito in campo per sbranare l’avversario, riuscendo a paventare un Mainz ancora con la testa in Europa League e mai capace di impensierire i padroni di casa. Un parziale di 3-0 maturato alla fine del primo tempo che ha portato alla ribalta la splendida forma del duo d’attacco Forsberg-Werner, con l’ex Stoccarda (doppietta) che finalmente si sta scoprendo quello stoccatore d’area tanto atteso per tutti questi anni.

Il Mainz ha smarrito la bussola nella serataccia di Bruxelles, dove la difesa di Martin Schmidt non ha ancora digerito le sei reti incassate dall’Anderlecht. Una vecchia volpe come Hasenhuttl ha dimostrato tutta la sua sgancia tattica disegnando una formazione corta e molta rapida, capace di andare a mille e di colpire in contropiede. Le reti di Forsberg (anche due assist meravigliosi) e Werner sono infatti da registrare e da far vedere ai ragazzi delle scuole calcio come esempio del perfetto contropiede.

Classifica

Adesso che la vetta è raggiunta, il Lipsia è chiamato al salto di qualità. Dopo la sosta ci sarà il difficile ostacolo Leverkusen, mentre il Bayern farà visita al Borussia Dortmund. Sognare è proibito? No, perchè questa squadra ha nella sua rosa le armi per continuare a vincere. Nonostante gli infortunati gravi, oggi Hasenhuttl ha cambiato il suo duo d’attacco inserendo prima Burke e poi Selke, due promesse tra le migliori d’Europa. Senza l’impegno infrasettimanale, la squadra può lottare per i primi quattro posti fino alla fine.

Lipsia (4-2-2-2): Gulacsi – Ilsanker, Orban, Compper, Halstenberg – Demme, Keita – Sabitzer, Forsberg – Ti. Werner, Y. Poulsen. All.: Hasenhüttl
Mainz (4-2-3-1): Lössl – Donati, Bell, Hack, Bussmann – Gbamin, Ramalho – Onisiwo, Malli, De Blasis – Cordoba. All.: Schmidt

Marcatori: 3, 44′ Werner, 21′ Forsberg, 74′ Bell (M)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS