Notti europee: le tedesche vogliono continua a vincere, sarà sfida Germania-Spagna

53
0
CONDIVIDI
Borussia - Real

Dopo il quinto turno di campionato, che ha visto Bayern Monaco e Borussia Dotmund ancora una volta vincenti, tornano anche per le tedesche le notti europee, con una tre giorni di sfide stellari soprattutto in Champions League; si comincia stasera e si finisce giovedì, quando Schalke e Mainz scenderanno in campo per la seconda giornata della fase a gironi di Europa League.

Borussia Dortmund-Real Madrid: cresce l’attesa a Dortmund, dove stasera arriveranno i campioni d’Europa in carica del Real Madrid, in leggera difficoltà in campionato e con i primi scricchiolii della stagione dovuti ai malumori di Cristiano Ronaldo e ad alcune scelte del tecnico Zidane. Il Borussia arriva alla sfida sulla scia di un periodo magico, e vuole sfruttare il momento per mettere in difficoltà anche le merengues, che si presenteranno però al Westfalenstadion con la formazione migliore possibile, coi soli Casemiro e Marcelo indisponibili. Tuchel spera invece nel recupero di Bartra, e davanti pensa all’attacco pesante con Schurrle, Gotze e Dembelé a supporto di Aubameyang, rincorso dalle tante voci che lo vorrebbero nella prossima stagione proprio con la camiseta blanca.

Quando il Borussia rifilò un poker al Real Madrid – VIDEO

Monaco-Bayer Leverkusen: meno affascinante ma altrettanto importante la partita del Leverkusen, che dopo il mezzo passo falso all’esordio deve assolutamente fare risultato nel Principato contro la squadra di Jardim, che arriva invece dalla sorprendente vittoria di White Hart Lane contro il Tottenham. Le aspirine hanno finalmente ritrovato il successo in campionato con il colpo di Mainz, maturato grazie alla tripletta del Chicharito Hernandez, che anche stasera guiderà l’attacco insieme a Volland e Brandt, viste le assenze dei lungodegenti Calhanoglu e Bellarabi; per i francesi, privi di Falcao e Dirar, possibile 4-2-3-1 con l’ex Nizza Germain terminale offensivo.

Atletico Madrid-Bayern Monaco: mercoledì stellare per il Bayern, che volerà al Calderon per vendicare l’eliminazione subita nella semifinale della scorsa stagione, quando la squadra di Simeone si era qualificata in virtù del gol segnato all’Allianz Arena; Ancellotti, fin qui autore di un percorso netto, ha esordito con una rotonda vittoria sul Rostov, e vuole il primo scalpo eccellente della sua campagna europea: tanti i dubbi di formazione, con Lewandowski e Muller certi del posto, ma coi vari Ribery, Douglas Costa e Robben, questi ultimi rientrati da poco dai rispettivi infortuni, pronti a giocarsi una maglia da titolare. Più certezze invece per il Cholo, che sembra orientato a confermare Gameiro al fianco dell’intoccabile Griezmann, già a quota cinque reti segnate in altrettante partite di Liga.

Borussia Mönchengladbach-Barcellona: notte che si preannuncia indimenticabile anche per i fohlen, che dopo aver perso malamente all’Etihad ricevono il Barcellona di Luis Enrique, che nonostante l’assenza di Messi parte nettamente favorito; la voglia di vendere cara la pelle è però forte, e tante saranno le emozioni che vivranno gli oltre 50.000 del Borussia Park, pronti a riabbracciare l’indimenticato ter Stegen. Schubert, freschissimo di rinnovo fino al 2019, dovrebbe schierare dal primo minuto il rientrante Raffael, e si affida alle geometrie di Dahoud in mezzo al campo, mentre nei catalani dovrebbe essere Arda Turan a sostituire il quattro volte vincitore del Pallone d’Oro.

Gabala-Mainz: giovedì sarà la volta dell’Europa League, con il Mainz che volerà nel lontano Azerbaigian per affrontare il Gabala, squadra che all’esordio è stata sconfitta in Belgio dall’Anderlecht; la squadra di Schmidt, reduce dal ko interno di sabato contro il Leverkusen, è obbligata a centrare i tre punti, per non perdere il passo anche del St. Etienne, che nel primo turno aveva raggiunto i tedeschi solo nei minuti finali. Tanti i problemi di formazione per il tecnico svizzero, che si affiderà ancora una volta alla classe di Yunus Malli per scardinare la difesa avversaria.

Schalke 04-Salisburgo: due ore più tardi, alle 19, sarà la volta dello Schalke, che alla Veltins-Arena riceve gli austriaci del Salisburgo, controllati come il Lipsia dal colosso Red Bull. I knappen arrivano alla sfida con il morale sotto i tacchi, conseguenza delle cinque sconfitte in altrettante gare di campionato; il tecnico Weinzierl, arrivato in estate con un grande progetto, non è riuscito finora a capitalizzare l’enorme talento a sua disposizione, e in caso di risultato negativo potrebbe essere esonerato. In Europa è arrivata l’unica gioia della stagione con la vittoria di Nizza, e proprio dall’Europa lo Schalke deve ripartire, per dimenticare al più presto la peggior partenza della propria storia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS