Calciomercato, tutti i colpi dell’ultima giornata in Italia e in Europa

105
0
CONDIVIDI
Hart

È terminata alle 23 di ieri l’ultima giornata della sessione estiva di calciomercato. Ultime ore che come sempre hanno riservato grandi colpi andati a segno, ma anche tante trattative sfumate ai dettagli. In Italia e in Europa tutte le big si sono mosse, e si sono definite le situazioni di molti giocatori ancora in bilico. La Juve esce rinforzata, così come l’Inter, mentre Napoli, Roma e Milan sono ancora lontane dal livello dei bianconeri nonostante gli ultimi colpi.

In Serie A l’ultimo giorno di mercato è stato caratterizzato dal ritorno di Cuadrado alla Juventus, arrivato dal Chelsea per circa 25 milioni dilazionati in più anni. Un grande colpo per Marotta che è riuscito anche a tenere Lichtsteiner, nel mirino di Inter e PSG. Manca invece l’ultimo tassello a centrocampo, dato che lo Zenit ha cambiato le carte in tavola per Axel Witsel nelle ultime ore di mercato, costringendo Marotta a bloccare la cessione di Hernanes al Genoa. Il belga però potrebbe approdare a Vinovo durante la sessione invernale. Il Napoli riesce finalmente a prendere Maksimovic dal Torino, inseguito già nelle due scorse sessioni di calciomercato. La squadra granata incassa così circa 20 milioni, e ottiene come contropartita il centrocampista che serviva a Mihajlovic, Mirko Valdifiori. Il Torino, inoltre, è riuscito a compiere un colpo con gli effetti speciali ingaggiando il portiere della nazionale inglese, Joe Hart. L’ex Manchester City è stato convinto da Attilio Lombardo, ora nello staff di Mihajlovic dopo la sua esperienza in Inghilterra.

Cede la Fiorentina, che deve dire addio a Marcos Alonso andato al Chelsea, mentre Gilberto e Salifu sono partiti in prestito. Per la fascia sinistra viola arriva Maxi Oliveira. L’Inter non riesce a trovare il tanto agognato terzino destro (si è proposto lo svincolato Maicon), e blocca Santon. Resta anche Brozovic, mentre vengono ufficializzati Gabigol e Joao Mario. Torna subito in Turchia Erkin, ceduto al Besiktas. Il Milan corteggia lungamente Fabregas, ma alla fine arriva Mati Fernandez, soffiato al fotofinish al Cagliari, mentre Vergara parte in prestito.

La Lazio non prende né DirarCerci, che non passa le visite mediche col Bologna, ma prende Luis Alberto dal Liverpool e reintegra Keita, che potrebbe essere il vero e proprio acquisto sulla fascia per Simone Inzaghi. Berisha viene ceduto all’Atalanta, Oikonomidis va in prestito, mentre come quarta scelta sull’out di destra resta Lombardi. La Roma cede Capradossi al Bari, Sadiq e Torosidis al Bologna e Ricci al Sassuolo. Salta l’arrivo del centrocampista richiesto da Spalletti, con Wilshere a lungo corteggiato da Sabatini che si accasa al Bournemouth. Edenilson, Orban e Brivio all’Atalanta, Carbonero alla Samp, Bubnjic e Musavu-King all’Udinese, mentre M’Poku lascia il Chievo per accasarsi in Grecia al Panathinaikos. Il Palermo monitora la situazione Bergessio, che è svincolato, mentre il Cagliari ha preso Tachtsidis. Cassano resta a Genova da fuorirosa, mentre Balotelli va al Nizza dal Liverpool.

In Inghilterra termina il calciomercato più ricco di sempre con gli ultimi colpi, che vedono il ritorno di David Luiz al Chelsea per 40 milioni dal PSG, Wilshere che va al Bournemouth, Enner Valencia che passa all’Everton, Slimani al Leicester e Robson-Kanu che trova finalmente sistemazione al West Bromwich.

Nel resto di Europa, Markovic va in prestito allo Sporting Lisbona, Ramalho passa dal Bayer Leverkusen al Magonza, il Real cede Arbeloa al West Ham, Cardozo riparte dall’Olympiacos, l’ex Milan De Jong va al Galatasaray mentre il talentino del PSV Maher viene acquistato dall’Osmanlispor.

Mangala trova sistemazione in prestito al Valencia, mentre Nasri va al Siviglia. Gnabry si accasa al Werder Brema, Bony va allo Stoke e Papadopoulos viene ceduto dal Bayer Leverkusen al Lipsia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS