Champions League: tutte le possibili avversarie delle tedesche, trema il gladbach

79
0
CONDIVIDI
Borussia

Con il ritorno dei preliminari, disputati tra martedì e ieri sera, ha preso forma l’edizione 2016-2017 della Champions League, che ha avuto finalmente il nome delle squadre che mancavano all’appello per completare il lotto delle 32 partecipanti. Tra qualche ora, alle 18, a Montecarlo si terrà il tanto atteso sorteggio, con le squadre, divise in quattro fasce per coefficiente, che andranno a formare gli otto gironi, in attesa della prima giornata ufficiale che si terrà tra il 13 e il 14 settembre prossimi.

La Germania sarà rappresentata anche quest’anno da quattro squadre: oltre a Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Bayer Leverkusen, qualificate direttamente grazie al piazzamento nella scorsa Bundesliga, anche il Borussia Mönchengladbach entra a far parte del tabellone principale; nel turno preliminare i fohlen hanno infatti sconfitto con un perentorio 9-2 complessivo gli svizzeri dello Young Boys, confermando l’alto valore della rosa a disposizione del tecnico Schubert, che spera quest’anno di migliorare il cammino europeo del Gladbach, eliminato la scorsa stagione nel girone di ferro con Manchester City, Juventus e Siviglia.

Andiamo però a vedere quali possono essere le insidie per le rappresentanti della Bundesliga:

Bayern Monaco: inserito in prima fascia come vincitore del proprio campionato, il Bayern parte sicuramente tra le super favorite per la vittoria finale; gli arrivi di Hummels e Renato Sanches, ma soprattutto quello del tecnico Ancellotti, hanno fatto fare ai bavaresi quel salto di qualità che forse è mancato a Guardiola nei suoi tre anni sulla sponda dell’Isar, conclusi con altrettanti trionfi in Bundes ma tre grandi delusioni nella coppa dalle grandi orecchie, mai nemmeno sfiorata nonostante una rosa di primissimo valore. Lewandowski e compagni partiranno sicuramente con i favori del pronostico nel girone, ma alcune avversarie sono sicuramente da evitare: in fascia due ci sono infatti alcune grandi rappresentanti del calcio europeo, tra tutte Manchester City e Atletico Madrid, proprio la squadra che eliminò il Bayern lo scorso anno, mentre appaiono più abbordabili Porto e Arsenal, squadra che il Bayern ha spesso battuto nelle ultime stagioni.

In terza fascia il rischio maggiore si chiama sicuramente Tottenham, team londinese che dopo molti anni tornerà ad ascoltare la musichetta della Champions: Kane e compagni saranno sicuramente lo spauracchio per molti. Psv, Lione e Basilea sono avversari tosti ma non impossibili, mentre Dynamo Kyev e soprattutto Club Brugge rappresentano poco più che delle outsider. In fascia quattro, escluso il Monaco, nessun avversario può spaventare la corrazzata tedesca, che potrebbe al più temere qualche lunga trasferta nell’est Europa.

Borussia Dortmund-Bayer Leverkusen: inserite entrambe in seconda fascia, per la seconda e terza forza della scorsa stagione gli avversari sono ovviamente gli stessi; detto che il confronto con il Bayern è impossibile, in quanto non sono previsti derby nella fase a gironi, il “sogno” di Tuchel e Schmidt è di finire nello stesso raggruppamento di Leicester o Cska Mosca: i russi, nonostante la grande esperienza europea, non sono sicuramente al livello delle tedesche, e la stessa squadra di Ranieri, alla prima esperienza, non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile. Per il resto, con l’ipotesi Benfica molto appetibile, le altre quattro appaiono di un livello superiore, anche se i gialloneri in particolare danno la sensazione di potersela giocare alla pari quasi con chiunque. In terza fascia l’avversario più scomodo è come per il Bayern il Tottenham, ma anche il Lione di Lacazette può nascondere delle insidie. L’ultimo gruppo, escluso il già citato team monegasco, non può certo fare paura.

Borussia Mönchengladbach: alla seconda presenza consecutiva i fohlen vogliono migliorare il risultato della scorsa stagione, causato anche da un sorteggio terribile; quest’anno Stindl e compagni sono inseriti in terza fascia, un passaggio di livello che si spera possa risultare determinante nel cammino europeo. Detto della prima fascia, per la quale valgono le stesse considerazioni fatte per Bayer e per l’altro Borussia, il Gladbach può sperare nel Porto, comunque avversario di spessore, in seconda fascia, mentre potrebbe anche ripresentarsi la sfida col Siviglia, andata in scena sia in Champions che in Europa League nelle scorse stagioni; Napoli e Arsenal infine sembrano un gradino sotto a Manchester City e Atletico Madrid. In quarta fascia le possibilità sono variegate, con i francesi del Monaco squadra più temibile; Celtic e Besiktas sono squadre abituate alle competizioni europee, così come il Copenaghen, ma non rappresentano minacce impossibili, mentre Legia Varsavia e Dinamo Zagabria fanno paura soprattutto per gli ambienti caldissimi che regalano i tifosi locali, mentre i bulgari del Ludogorets sono una mina vagante imprevedibile.

Comunque vada, tutte le squadre tedesche hanno concrete possibilità di passare il turno, e di rendersi protagoniste nella competizione più importante d’Europa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS