Amazon Prime Day: grande successo e più vendite del Black Friday

433
0
CONDIVIDI
Amazon

Da noi la tradizione delle offerte durante il Black Friday ha preso piede da poco ma tutti sanno che a luglio ci sono i saldi: lo sa bene anche Amazon che il 12 luglio scorso ha fatto una giornata di fortissimi sconti su una grandissima quantità di oggetti, dall’elettronica ai gioielli al barattolo di Nutella da un chilo (1700 chili totali venduti), registrando un successo straordinario.

Amazon ha infatti venduto ben di più che durante il Black Friday 2015, con più di 750.000 prodotti venduti nello stesso giorno, 22 al secondo, tutto grazie agli sconti a tempo e disponibili solo per gli utenti Amazon Prime: il Black Friday 2015 aveva toccato la cifra record di 600.000 ordini totali, ma il Prime Day 2016 lo supera abbondantemente di 150.000 unità. Niente male la risposta degli utenti, visto che inoltre alcuni di quelli terranno la loro membership di Amazon Prime.

Rendere gli sconti accessibili solo ai clienti Prime è stata una mossa furba da parte dell’azienda di Jeff Bezos, che in sostanza spinge i clienti a registrarsi come utenti Amazon Prime, ottenendo spedizioni a un giorno gratuite, ma andando poi a spendere 20 euro all’anno, un prezzo onesto se si usa continuamente il servizio.

Un grande successo anche per i venditori di terze parti che hanno approfittato del momento per offrire sconti sostanziosi: i guadagni da terze parti rappresentano alla fine il 40% delle vendite durante l’Amazon Prime Day, ma Amazon stessa ha guadagnato molto, grazie anche al 20% di sconto fisso sulla merce nell’Amazon Warehouse, dove sono tenute le merci riparate in garanzia, e il 20% di sconto su tutti i prodotti Amazon Basics, normalmente già poco costosi, questa volta veramente convenienti.

Se le vendite online continuano a crescere in questo modo ci possiamo immaginare il volume di vendita che farà il Black Friday 2016, tutto a vantaggio di Amazon.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS