Fenomeno Will Grigg, da sconosciuto a idolo indiscusso di Euro 2016

256
0
CONDIVIDI
Will Grigg

Si può essere un Top Player per le proprie gesta in campo oppure un vero e proprio Idolo perchè si è amati a dismisura da un popolo intero. Il calcio è bello perchè nella sua lunga storia ha eletto a Imperatori giocatori a volte mediocri, e lasciato nel dimenticatoio altri che magari avrebbero meritato una fama ben più grande. Ricordate Alexi Lalas nel 1994? Il difensore americano è stato di gran lunga il calciatore più amato e famoso del Mondiale statunitense, quello che le Tv hanno seguito passo passo dal campo agli spogliatoi. Lalas fu osannato non certo per la sua bravura da calciatore (anche se per il periodo calcistico certamente non sfigurò) ma bensì per il suo essere personaggio dentro e fuori dal campo, con una carriera da cantante nel tempo libero e un look indimenticabile da chitarrista country.

Alexi Lalas
Alexi Lalas a USA 94. Per il suo look alternativo è stato l’idolo del Mondiale.

Una storia simile è quella che sta capitando a Will Grigg, attaccante ventiquattrenne dell’Irlanda del Nord. Grigg è diventato in appena due settimane di torneo, il giocatore più idolatrato di Euro2016. Forse perchè ha trascinato da solo la sua nazionale agli ottavi di finale? Neanche per sogno, perché Grigg fino ad ora non ha mai giocato neanche un minuto con i biancoverdi di O’Neill. Eppure per i tifosi nord irlandesi è diventato l’idolo indiscusso della propria selezione, molto più di Kyle Lafferty, che grazie ai suoi gol ha portato alla storica qualificazione ad una fase finale dell’Europeo.

Sulle note di “Freed from Desire”, canzone del 1996 della cantante italiana Gala, i tifosi cantano il nome di Grigg al grido di “Will Grigg is on Fire”, cambiando le parole solo per il famoso ritornello della canzone. Ormai la stessa sinfonia viene usata anche dai tifosi inglesi per celebrare le gesta di Jamie Vardy, anche se il canto per Will Grigg è diventato di moda anche per altre tifoserie europee.

Il vero tormentone dell’europeo, con buona pace di David Guetta, è il coro dedicato a questo semi sconosciuto calciatore di Solihull.

Will Grigg
Grigg con la maglia del Wigan.

Chi è Will Grigg? – Grazie ai suoi 28 gol stagionali in 43 partite, Grigg ha contribuito da protagonista alla promozione del Wigan dalla League 1 (terza serie inglese) in Championship (seconda serie inglese). Dopo questa magica stagione i tifosi del Wigan hanno iniziato a cantargli questo canzone che in poco tempo è stata “adottata” anche dai supporters nord irlandesi che ne hanno fatto un vero e proprio inno. Ormai per esultare dopo una rete, lo stesso Grigg mette le mani dietro le orecchie per ascoltare meglio la “sua” canzone. La sua fama ha fatto ormai il giro del mondo e persino Mats Hummels, difensore tedesco che oggi affronterà l’Irlanda del Nord a Euro2016, ha dichiarato in conferenza stampa di conoscere la canzone e di essere un “grande fan di Grigg”.

Il coro dei tifosi: “Will Grigg’s on Fire” – VIDEO 

La speranza di tifosi e appassionati, è che il ct O’Neill gli dia maggiore spazio e che Grigg possa finalmente giocare almeno un minuto a Euro2016. Anche se non dovesse segnare, tutto il pubblico potrà cantare a squarciagola l’inno più famoso e ascoltato dell’estate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS