FOCUS Premier League – Sunderland salvo, Newcastle in Championship dopo 7 anni

141
0
CONDIVIDI
Sunderland

Si sono giocati tra ieri sera e martedì i quattro recuperi di Premier League, che hanno definito la classifica in attesa dell’ultimo turno, che si disputerà interamente alle ore 16 di domenica. Il verdetto più atteso è arrivato dallo Stadium of Light, dove il Sunderland ha conquistato la matematica salvezza con la netta vittoria sull’Everton; un traguardo davvero insperato alcuni mesi fa, ma che oggi è realtà grazie all’ottimo lavoro di Allardyce, subentrato all’olandese Advocaat dopo un avvio di stagione molto deludente. Le ultime settimane hanno messo in luce il carattere dei biancorossi, che trascinati da Defoe, eterno goleador del calcio inglese, hanno raggiunto l’obiettivo, salvando ancora una volta una stagione tribolata.

Pochi chilometri più in là, a pochi passi dalla festa Sunderland, sprofonda nella tristezza il popolo del Newcastle, retrocesso aritmeticamente in Championship proprio in virtù della vittoria dei cugini. I magpies anche quest’anno hanno deluso ampiamente le aspettative, ma nessuno poteva certo immaginare questo epilogo, considerando anche le ingenti spese in sede di mercato operate dalla società: l’arrivo di Benitez, chiamato nelle ultime giornate per cercare l’impresa, non ha risollevato le sorti di una squadra ricca di talento, ma con poco spirito di squadra e poca esperienza nelle situazioni importanti, vedi lo scialbo pareggio contro l’Aston Villa già retrocesso di sabato.

Adesso tanti giocatori partiranno verso lidi migliori, e sarà l’occasione per la dirigenza di rifondare una squadra che troppe volte, negli ultimi anni, è partita con grandi ambizioni e si è ritrovata troppo presto a dover fare i conti con tutt’altra realtà. Oltre al danno, economico e non solo, le gazze hanno dovuto subire la doppia beffa, visto che oltre al Sunderland anche nella vicina città di Middlesbrough si festeggia, con il ritorno in Premier dopo sette anni della squadra allenata da Karanka.

Benitez
L’anno orribile di Benitez: dopo l’esonero subito al Real Madrid, lo spagnolo retrocede con il Newcastle.

La terza e ultima retrocessione ha visto protagonista il Norwich, che nonostante l’affermazione casalinga sul Watford non ha più la possibilità di raggiungere il quartultimo posto in classifica; ai canaries, che tornano nella seconda serie dopo appena un anno, è stato fatale l’ultimo mese, quando le quattro sconfitte consecutive hanno di fatto tagliato fuori la squadra dell’est Inghilterra dalla lotta per la salvezza. L’ultimo recupero ha visto sfidarsi ad Anfield Road Liverpool e Chelsea, in una partita che a inizio anno sarebbe sicuramente stato un big match, mentre ieri sera contava qualcosa solo per i reds, ancora alla disperata ricerca di punti per raggiungere quantomeno l’Europa League.

L’1-1 finale, maturato grazie ai gol di Hazard, che sta salendo di tono in vista degli Europei, e Benteke, abile ad approfittare dell’unico errore nella serata di Begovic, serve a poco alla squadra di Klopp, che rimane dietro nella corsa all’Europa, ma può ancora puntare sulla finale contro il Siviglia della prossima settimana per agguantare un posto in Champions League.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS