CONDIVIDI
WhatsApp

Da un parte WhatsApp deve lottare contro un singolo giudice in Brasile, dall’altra ci porta novità succose, come la sincronizzazione – finalmente – con Facebook. Di pochi giorni è la notizia che sia in arrivo un client per computer diverso da WhatsApp Web e oggi si sa che sarà possibile unire i contatti col social network in blu. Nel frattempo, però, in Brasile l’utilizzo dell’app è stato inibito per la scelta di un giudice.

WhatsApp è bloccato in Brasile poiché Facebook, la casa madre, si è rifiutata di fornire a una corte i dati di alcune conversazioni dove scrivono presunti trafficanti di stupefacenti: il giudice ha quindi punito l’azienda, e trecento incolpevoli milioni di utenti, con questa mossa poco strategica. Per tre giorni, a partire da ieri pomeriggio, la nazione sarà senza l’app, ma potrà utilizzare tranquillamente il competitor Telegram.

Grazie, però, a WABetaInfo (che ha fornito gli screenshot) veniamo a sapere che prossimamente sarà possibile mettere in sincronia gli account di WhatsApp e Facebook, con però il caveat di non poter più tornare indietro dopo un mese. Come cambierà l’esperienza d’uso della app è presto per dirlo.

Integrazione-Facebook-WhatsApp-410x470

Altre novità saranno l’eliminazione selettiva dei messaggi, secondo questa lista e sempre dipendendo dal sistema operativo:

  • Tutti i messaggi più vecchi di un mese (su Android, iOS, Windows Phone)
  • Tutti i messaggi più vecchi di 6 mesi (su Android, iOS, Windows Phone)
  • Tutti i messaggi, eccetto i preferiti (su Android, iOS, Windows Phone)
  • Tutti i messaggi che contengono un URL (solo su iOS)
  • Tutti i messaggi, eccetto documenti e file (solo su iOS)
  • Tutti i messaggi, eccetto i preferiti, documenti e file (solo su iOS)
  • Tutti i messaggi (su Android, iOS, Windows Phone)
  • Tutti i messaggi dei vecchi partecipanti ai gruppi (solo su iOS)

Inoltre vi sono anche le conferme per le tanto vociferate videochiamate e anche per la possibilità di quotare i messaggi in una chat, cosa già possibile da tempo su Telegram. In più gli utenti potranno condividere il proprio contatto anche attraverso un QR code.

Tutte queste novità sono ancora in fase di test, quindi occorrerà tempo perchè arrivino sui nostri smartphone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS