L’inferno è finito, i Glasgow Rangers tornano in Premier League dopo 4 anni

279
0
CONDIVIDI
Rangers

Occhi lucidi ma anche tanti sorrisi, hanno accompagnato il ritorno dei Glasgow Rangers nella massima serie del calcio scozzese, la Scottish Premier League. Un gol del venticinquenne James Tavernier, ha piegato la resistenza del Dumbarton assicurando ai rossoblù di Glasgow la vittoria della Scottish Championship e la conseguente promozione in prima divisione in un Ibrox Park vestito a festa come non si vedeva da troppo tempo.

Ci sono voluti ben quattro anni per rivedere in prima serie la squadra scozzese più vincente di sempre, precipitata nell’ultima categoria del calcio professionistico scozzese dopo la messa in liquidità della società nel 2012. Una lenta risalita piena di orgoglio e sentimento, con uno stadio sempre esaurito anche in Third Division e una voglia matta di tornare a duellare al vertice con gli storici rivali del Celtic. La società si è fatta carico subito della situazione, mantenendo la promessa di riportare i Rangers in prima serie entro pochissimo tempo nonostante lo stop inaspettato lo scorso anno con la sconfitta nella finale playoff contro il Motherwell. I Rangers in questa stagione sono stati una schiacciasassi, con 79 punti in 32 partite, 83 gol fatti e 27 subiti, 3 sconfitte, 4 pareggi e 25 vittorie. 

Promessa mantenuta anche grazie all’arrivo del tecnico inglese Mark Warburton, che ieri sera in un tripudio di emozioni ha dichiarato la sua gioia di guidare un club storico come quello protestante di Glasgow: “Ora siamo finalmente tornati nella Massima Serie. Sono felice per i nostri tifosi ed anche per i nostri giocatori che hanno sempre creduto in questo obiettivo. Ad inizio stagione ci siamo detti che volevamo dominare questo campionato ed è quello che abbiamo fatto. I nostri ragazzi hanno dovuto affrontare una grande pressione ma non hanno deluso le aspettative ed oggi siamo felici di poter festeggiare ad Ibrox Park“.

Lo spettacolare 3-3 tra Rangers e Celtic del 1995 – VIDEO

Ritorno dell’Old Firm – 54 campionati vinti, ai quali vanno aggiunte le 33 Coppe di Scozia e le 27 Coppe di Lega. Questi numeri fanno dei Rangers una delle squadre non solo più vincenti di Scozia ma anche del mondo. Era impossibile continuare a non vederli in massima serie e soprattutto non poter assistere all’Old Firm, uno dei derby più belli della storia del calcio tra i cattolici  Bhoys (Celtic) e i protestanti Gers (Rangers). Una rappresentazione di spettacolo sugli spalti e in campo, andata in scena ben 400 volte. Una partita che va al di la di un semplice match di calcio, perchè in campo vanno due differenti stili di vita. I protestanti ( ricchi, borghesi e unionisti) contro i cattolici (socialisti e repubblicani). Una partita che in passato ha dato vita a violenti scontri come nella finale di Scottish Cup del 1980 dove un’invasione di campo da parte di entrambe le tifoserie, portò ad una vera e propria battaglia sul terreno di gioco con oltre 200 arresti a Hampden Park.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS