Verso Lazio-Roma, vincere per riscattare una stagione

185
0
CONDIVIDI

Terminate le amichevoli internazionali ritorna la Serie A, per un turno caratterizzato soprattutto dal derby capitolino fra Lazio e Roma. Umori opposti per le due squadre, con i biancocelesti ormai fuori da ogni competizione e privi di obiettivi per la stagione in corso, mentre i giallorossi sono in corsa per i primi tre posti in classifica, forti di ben 9 risultati utili consecutivi in campionato. Gara che può significare comunque per entrambe le compagini il riscatto per una stagione intera passata fra obiettivi visti sfumare e delusioni. L’Olimpico come all’andata sarà privo delle coreografie e dei tifosi nelle curve, che continuano la protesta in merito alle barriere installate nei rispettivi settori.

Come all'andata, sarà un derby privo delle coreografie dei tifosi.
Come all’andata, sarà un derby privo delle coreografie dei tifosi.

Lazio che ha avuto a disposizione in settimana solo 8 giocatori, fra nazionali e infortunati, e spera nel recupero di pedine fondamentali come Milinkovic, unica nota lieta della stagione, e Basta. Il centrocampista dovrebbe farcela, mentre alle spalle di Basta scalpita Patric. Konko, Radu e Kishna sono indisponibili, mentre Lulic ha rimediato un rosso contro l’Inter che gli farà saltare la stracittadina. Gli uomini di Pioli non vincono un derby ormai dal 26 maggio 2013, mentre il tecnico emiliano non è riuscito ancora a fare bottino pieno contro la Roma. Per i biancocelesti dovrà essere la partita della vita soprattutto da giocatori che a inizio anno sembravano ai margini della rosa come Braafheid, Patric e Hoedt. Il terzino olandese solo due mesi fa sembrava già ceduto in B alla Salernitana, e ora dovrà vedersela con la velocità di Salah sulla fascia sinistra. I biglietti venduti sponda Lazio sono appena 3000, e si prevedono meno di 20.000 supporters laziali allo stadio. Scaldano i motori Candreva e Felipe Anderson sulle fasce, mentre al centro potrebbe essere la partita di Matri o Klose. In porta Marchetti proverà a mantenere la porta inviolata, mentre in difesa oltre a Patric, Hoedt e Braafheid dovrebbe giocare uno fra Mauricio e Bisevac. Scontato l’impiego di Biglia e Parolo a centrocampo, Pioli spera di recuperare Milinkovic. I favori del pronostico non sorridono di certo alla Lazio, anche se la storia ci insegna che il derby è sempre una partita a sé.

La Roma dopo la cura Spalletti è rinata, anche grazie a un calendario agevole che ha messo di fronte ai giallorossi Verona, Frosinone, Palermo, Carpi, Sassuolo, Udinese, Sampdoria ed Empoli. Nell’ultimo turno la sfida per il terzo posto contro l’Inter è terminata 1-1, e nessun diffidato fra Digne, Pjanic, Nainggolan e Keita è stato ammonito. Squadra al completo quindi in vista della partita con la Lazio, con il solo De Rossi out nell’ultima sessione di allenamento per un lieve problema alla schiena. Durante la settimana di nazionali hanno brillato Pjanic, Dzeko ed El Shaarawy tutti in gol con le rispettive formazioni. Ci si aspetta una grande prova soprattutto dagli esordienti nel derby Perotti ed El Shaarawy, che finora hanno dato la svolta alla stagione giallorossa con prestazioni da protagonisti dal loro approdo nella capitale.

La risposta del pubblico romanista è alla pari a quello laziale, con la curva in protesta. Nessun dubbio di formazione quindi per Spalletti, che schiererà in porta Szczesny, in difesa FlorenziManolasRudiger e Digne, a centrocampo Pjanic e Nainggolan affiancati da uno fra Keita e De Rossi e in avanti il tridente SalahPerottiEl Sharaawy. Siederà probabilmente in panchina Dzeko, che ha tanta voglia di riscattare una stagione piena di errori clamorosi e difficoltà. L’appuntamento è per domenica alle 15, per una partita che sicuramente non sarà priva di colpi di scena.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS