Un Real esagerato torna a sorridere ritrovando un Ronaldo superlativo

146
0
CONDIVIDI
Ronaldo

Bisognava vincere e convincere. Il Real Madrid è riuscito in entrambi gli obiettivi tornando alla vittoria casalinga dopo la sconfitta subita nel derby contro l’Atletico. Zidane può sorridere non solo per la goleada rifilata al Celta Vigo ma soprattutto per aver ritrovato il killer instinct di Cristano Ronaldo, autore di 4 gol nel 7-1 finale.

Oltre alle reti del portoghese, che arriva a 27 gol in Liga e 39 stagionali, il tecnico francese ha recuperato anche Bale e Marcelo in chiave Champions League, con il gallese che al suo ritorno in campo ha avuto anche la forza di segnare il definitivo 7-1 dopo 47 giorni di stop per infortunio.

Per il resto è stato un Real a due fasi, bravo a controllare un Celta poco volitivo (traversa di Aspas al 12′ e poco più) e rapido nell’attaccare gli ospiti quando si creavano gli spazi giusti per farlo nonostante le assenze pesanti Kroos e Modric a centrocampo. Pepe ha spianato la strada alla merengues sbloccando la gara di testa da corner e poi è stato Ronaldo a sigillare la vittoria con un poker di grande qualità iniziato con un destro terrificante da 35 metri.

Buone le prove a centrocampo di Lucas VazquezCasemiro e Kovacic, con il giovane Borja Mayoral ancora schierato come centravanti al posto di Benzema. Mercoledì contro la Roma, servirà però un Real Madrid ben più in palla per centrare la qualificazione ai quarti di finale. I rientri in campo degli infortunati aiuteranno senza dubbio Zidane ma, per dirla alla Ronaldo, servirà una squadra allo stesso livello dell’attaccante portoghese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS