Apple Watch 2 non arriverà a marzo, anticipa TechCrunch

224
0
CONDIVIDI
Apple Watch disegno

Apple Watch 2 non arriverà a marzo, almeno secondo un’indiscrezione riportata da TechCrunch. Alcune loro fonti, che fanno riferimento ai fornitori di Apple, dicono che le aziende che si dovrebbero occupare della fornitura dei componenti sono ferme. Se il lancio del nuovo Apple Watch 2 fosse stato programmato realmente per il mese di marzo allora i fornitori Apple avrebbero dovuto iniziare a lavorare sui nuovi elementi per lo smartwatch di seconda generazione.

«In questo momento siamo di fronte a fornitori che segnalano profitti in calo. Visto che Apple avrebbe dovuto chiedere a questi stessi partner di costruire componenti già a fine 2015 per averle disponibili a inizio 2016, è legittimo avere qualche dubbio sul lancio di un nuovo modello nella prima metà del 2016», ha dichiarato Tim Bajarin, un analista che si occupa da tempo dell’azienda di Cupertino.

«È anche vero però – conclude Bajarin – che per Apple Watch la catena di approvvigionamento di Apple si è fatta più torbida e nessuno aveva avuto dai fornitori segnali che c’era questo prodotto in arrivo, prima che fosse realmente disponibile».

I problemi che potrebbero bloccare il lancio del nuovo Apple Watch sono molteplici. Apple, ad esempio, non sembrerebbe aver fatto passi in avanti lato software. Non c’è alcun segnale concreto di passi avanti quindi rilasciare un nuovo modello senza funzionalità superiori rispetto al precedente potrebbe non garantire buoni risultati. TechCrunch dice che l’aggiornamento di un prodotto come Apple Watch potrebbe avere senso se lo si pensa su un ciclo di due anni, o di 18 mesi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS