FA Cup, weekend di gol e sorprese: Exeter, Oxford e Eastleigh da libro cuore

149
0
CONDIVIDI
Exeter City

Come da tradizione puramente anglosassone, il primo weekend dopo l’epifania è dedicato interamente alla FA Cup, l’antichissima, e amatissima, coppa d’Inghilterra. Quello che in realtà è il terzo turno della fase finale, rappresenta l’ingresso nel tabellone di tutte le squadre di Premier e di Championship; la mancanza delle teste di serie fa si inoltre che si possano disputare da subito derby e big match, meccanismo che consente anche alle piccole di trovare la loro giornata di gloria, o quantomeno di affrontare le grandi del calcio inglese sul proprio terreno. Come sempre accade, anche in questo turno non sono mancate le emozioni, i gol, ma soprattutto le sorprese, sempre protagoniste in questa straordinaria competizione.

La prima è arrivata da Exeter, nel Devon, dove la squadra di casa, in lotta per non retrocedere nella non-league, il dilettantismo per intenderci, ha fermato sul 2-2 il Liverpool, costringendo i reds al replay ad Anfield. Il risultato, seppur incredibile vista la caratura delle squadre coinvolte, deve però essere preso con le molle, visto che la squadra di Klopp schierava ben otto giocatori della formazione riserve; ciò non cancella però la figuraccia rimediata da quella che è una delle più titolate società al mondo. Rischia grosso ma alla fine passa al quarto turno invece il Manchester United: il rigore di Rooney al minuto 93′ spegne i sogni di speranza dello Sheffield United, e quelli di tutti gli 8500 supporter arrivati ad Old Trafford dalla città dei coltelli.

A poco più di un mese di distanza l’Arsenal replica il 3-1 inflitto anche in campionato al Sunderland, e sono ancora una volta Campbell, Giroud e Ramsey ad andare in rete, rimontando l’iniziale vantaggio ospite firmato da Lens; gunners che tengono così viva la possibilità di conquistare la terza coppa consecutiva. Resta in corsa anche l’altra big londinese, il Chelsea di Hiddink: il manager olandese, per non rischiare figuracce contro il piccolo Scunthorpe, rinuncia quasi totalmente al turnover, ma ha comunque bisogno di grande sofferenza per sconfiggere gli avversari, che possono anche recriminare per un clamoroso rigore negato sul punteggio di 1-0, arrotondato poi nel finale da Loftus-Cheek.

Nel big match del weekend splendido pareggio tra Tottenham e Leicester, che si ritroveranno quindi per altre due volte questa settimana, visto che tra domani e mercoledì è previsto il turno infrasettimanale di campionato; nonostante le tante seconde linee in campo, da una parte e dall’altra, lo spettacolo non è mancato, e per gli amanti del calcio il rigore trasformato nel finale da Kane è un ottima possibilità di veder sfidarsi ancora queste due bellissime squadre. Facile invece la vittoria del Manchester City, che chiude la pratica Norwich in un quarto d’ora grazie al fantastico gol di Aguero e al quinto centro stagionale di Iheanacho, arrotondando poi il risultato con la rete di De Bruyne.

Nelle altre due sfide tra squadre di Premier, successi per il Warford, che piega il Newcastle grazie a capitan Deeney, abile ad approfittare di un clamoroso retropassaggio errato di Wijnaldum, e per il Crystal Palace, che conferma il difficile momento del Southampton, ancora privo del bomber Pellé.

Il giant killing di giornata è però senza dubbio quello dell’Oxford City, che contro ogni pronostico elimina dalla competizione il quotato Swansea: è vero che i gallesi si sono presentati in campo con molte seconde linee, ma le tre categorie di differenza non si sono affatto notate, tanto che i padroni di casa, alla fine vittoriosi per 3-2, sono andati in più di un occasione vicini alla quarta segnatura. Il sogno nella città a nord ovest di Londra continua come quello dell’Eastleigh, unica squadra non professionistica ancora in corsa nella competizione: gli spitfires, soprannome che onora il primo volo del noto caccia, avvenuto nel 1936 proprio nella città del sud del paese, sono stati a tre minuti dal passaggio del turno diretto, salvo poi essere ripresi dal ben più quotato Bolton, ma si sono comunque guadagnati una storica quanto impensabile trasferta nel Lancashire, oltre ad aver regalato agli spettatori un momento tanto memorabile quanto esilarante, con un invasore che si è spinto fino in area di rigore avversaria, non andando molto lontano dal pallone.

Eastleigh
I tifosi dell’Eastleigh hanno vissuto un pomeriggio meraviglioso e sognano la Coppa.

Giornata memorabile anche a High Wycombe, dove la squadra di casa, militante nella League Two, ferma l’Aston Villa, costringendo la squadra di Garde, ultima nella massima serie, ad un replay inaspettato. Tra gli altri risultati sorprendenti, le vittorie esterne di Shrewsbury, a Cardiff, e Walsall, in casa del Brentford, mentre il Peterborough, altra squadra di terza serie, ha eliminato il Preston North End. Continua anche la corsa del Bournemouth, che a poco più di dodici mesi di distanza torna ad espugnare St Andrew’s dopo il clamoroso 0-8 dello scorso anno; questa volta le cherries hanno avuto bisogno di un gol nel finale per trovare la vittoria ed evitare la vendetta dei blues.

Grande fatica anche per lo Stoke, che passa a Doncaster solo grazie ad un capolavoro di Walters, e per il West Ham, che piega di misura il Wolverhampton grazie a Jelavic, mentre il WBA è stato ad un passo dall’eliminazione: il gol di Morrison a pochi istanti dal termine ha infatti permesso ai baggies di salvare la pelle contro il Bristol City, terzultimo in Championship ma vicinissimo a una grande impresa, negata all’ultimo agli oltre 5000 sostenitori ospiti. Senza strafare passa invece l’Everton, che a Goodison Park regola con un gol per tempo il Dag&Red.

Passano il turno anche Colchester, Derby County, Hull City, Leeds (in gol l’ex Catania Doukara), Nottingham Forest, Sheffield Wednesday e Burnley, che a sorpresa elimina il Middlesbrough, capolista della Championship e ormai lanciatissima verso il ritorno in Premier. Saranno invece dieci le partite che si disputeranno nel turno di replay, in scena nel prossimo weekend, compresa quella del Portsmouth, che dopo aver vinto il trofeo nel 2008 ed essere poi ripartito dalla quarta serie, ha strappato un prezioso pari sul campo dell’Ipswich Town. Ad aggiungersi a questi match anche quello tra Newport e Blackburn, non disputato sabato per le forti piogge abbattutasi sulla città gallese.

Questa sera, alle 19.15 locali, avverrà invece il sorteggio del quarto turno, in programma l’ultimo weekend di gennaio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS