La federazione olandese squalifica il Twente, 3 anni senza coppe europee

203
0
CONDIVIDI
Twente

Il Twente, società di calcio di Enschede, è stato squalificato dalla federazione olandese di calcio (KNVB) per 3 anni da ogni competizione europea.

La sentenza è arrivata dopo che una commissione indipendente ha certificato una presunta violazione delle Third Part Ownership, i finanziamenti forniti da società private alle squadre di calcio per l’acquisto di giocatori da altri club in cambio di una percentuale concordata sulla loro futura cessione. Questa pratica però, è vietata dalla FIFA dal primo maggio del 2015.

L’indagine della Federazione sul Twente è iniziata lo scorso settembre, quando il sito internet Football Leaks, ha iniziato a pubblicare una serie di documenti riservati della Doyen Sports Investment, importante società con sede a Malta che si occupa di investimenti nel calcio professionistico. I documenti pubblicati da Football Leaks sono relativi a contratti, trattative e accordi per il trasferimento di diversi giocatori, che riportavano le percentuali di guadagno della Doyen e i rapporti che la stessa società ha avuto con diversi importanti club di calcio europei, in particolare spagnoli, portoghesi, francesi e olandesi. Il Twente è stato accusato di aver intascato 5 milioni di euro dalla Doyen in cambio di alcune percentuali sui futuri trasferimenti di sette giocatori del club, violando così il regolamento della FIFA.

La Federazione olandese ha così deciso di sanzionare il Twnte perchè il club non è stato in grado di fornire chiarimenti sulla vicenda. Oltre alla sospensione di 3 anni è stata comminata anche una multa di 45.000 euro e in futuro, se il club non collaborerà con le autorità competenti, la Federazione potrà decidere anche di revocare la licenza al club.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS