Fine del calvario per Ribery, il francese torna in squadra dopo otto mesi

169
0
CONDIVIDI
Ribery

Le Roi non molla. Dopo essere stato vicino all’abbandono, come riportato in esclusiva da L’Equipe qualche mese fa, Franck Ribery è riuscito a vincere la sua battaglia con gli infortuni e dopo 8 mesi di pausa forzata potrà tornare a disposizione di Pep Guardiola.

Ribery ha giocato infatti la sua ultima partita con il Bayern Monaco lo scorso marzo, dopo di che ha iniziato un calvario lunghissimo che lo ha portato vicino al ritiro. Un problema molto grave alla caviglia destra che non gli ha permesso non solo di giocare a calcio ma neanche di camminare bene, costringendolo addirittura ad andare in vacanza insieme al suo fisioterapista. Adesso il francese sembra aver superato i problemi e da oltre tre settimane è tornato a correre e allenarsi in gruppo. Dopo la ricaduta di un mese fa, stavolta la caviglia risponde bene e l’ex Marsiglia non ha più paura di forzare.

Guardiola lo sta precettando (insieme a Bernat) per la prossima partita di campionato contro il Borussia M’gladbach, una gara non certo facile ma che potrebbe riportare Ribery almeno in panchina per dare un contributo in termini morali al resto del gruppo consentendogli di respirare nuovamente l’aria del campo. Da quando sono arrivati Douglas Costa e Coman infatti, Guardiola ha dato a Ribery tutto il tempo necessario per potersi ristabilire potendo contare sulla qualità dei due nuovi esterni. Dal suo arrivo a Monaco di Baviera il francese ha saltato 79 partite di Bundesliga su 272: in pratica nelle 8 stagioni con i bavaresi ha saltato due campionati e mezzo. Nelle ultime due annate le cose non sono migliorate, anzi: per colpa dei suoi problemi fisici l’anno scorso ha dato forfait in oltre il 30% delle partite, quest’anno ha saltato più del 55%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS