Windows compie trent’anni: le tappe del successo

898
1
CONDIVIDI
Windows 30

Oggi Windows compie trent’anni. Ripercorriamo insieme la sua storia: dal debutto del 20 novembre 1985 fino all’arrivo di Windows 10.

121975 – 1981: i primi passi di Microsoft

Sono gli anni ’70. In ufficio utilizziamo la macchina da scrivere. Se abbiamo bisogno di copiare un documento, probabilmente utilizziamo un mimeografo o la carta carbone. Solo pochi hanno sentito parlare dei microcomputer, ma due giovani appassionati di computer, Bill Gates e Paul Allen, capiscono che il personal computer è lo strumento del futuro. Nel 1975 i due danno vita a una società e la chiamano Microsoft.

A giugno 1980, Gates e Allen assumono Steve Ballmer, compagno di studi di Gates a Harvard. Il mese successivo, IBM contatta Microsoft per un progetto il cui nome in codice è “Chess”. Microsoft concentra tutto il suo lavoro su un nuovo sistema operativo, il software che gestisce i componenti hardware del computer e che funge da collegamento tra hardware e software. Questa piccola rivoluzione viene chiamata “MS-DOS” (acronimo di Microsoft Disk Operating System). È il 1981 quando IBM mette sul mercato i primi PC con MS-DOS offrendo al pubblico un linguaggio completamente nuovo: digitare “C:” seguito da un certo numero di comandi piuttosto criptici diventa parte delle attività quotidiane.

111982-1985: Arriva Windows 1.0

Il nome in codice del primo sistema operativo di Microsoft è Interface Manager, che viene in seguito sostituito da Windows, nome che richiama le “finestre alla base del nuovo sistema. Il 20
novembre 1985 Microsoft lancia sul mercato Windows 1.0. È un
momento epocale: gli astrusi comandi MS‐DOS vanno in pensione per lasciare spazio a un simpatico mouse che, spostato sul piano di lavoro, consente di utilizzare gli elementi presenti nelle finestre.

Ci sono menù a discesa, barre di scorrimento, icone e finestre di dialogo che rendono più veloce la fase di apprendimento e semplificano l’utilizzo dei programmi. È possibile tenere aperti più programmi e passare da uno all’altro diventa facilissimo. Windows 1.0 è fornito con numerosi programmi preinstallati, tra cui uno per la gestione dei file MS‐DOS, Paint, Windows Writer, Blocco note, Calcolatrice nonché un calendario, un file di scheda e un orologio per la gestione delle attività quotidiane. C’è persino un gioco, Othello.

101987-1990: Windows 2.0–2.11

È il 9 dicembre 1987 quando Microsoft rilascia Windows 2.0. Nella nuova versione del sistema operativo arrivano le icone sul desktop e una maggiore memoria. Ed è in occasione di questo rilascio che alcuni sviluppatori di software iniziano a scrivere i loro primi programmi basati su Windows. Nel 1988, se si analizzano le vendite, Microsoft risulta essere il maggiore produttore di software per PC al mondo. I computer stanno cominciando a diventare parte integrante della vita lavorativa di molti.

91990-1994: Windows 3.0

Il 22 maggio 1990, Microsoft annuncia il lancio di Windows 3.0, seguito nel 1992 da Windows 3.1. Insieme, questi due sistemi operativi vendono 10 milioni di copie nei primi due anni, tanto che Windows diventa il sistema operativo più diffuso. Questo successo planetario spinge Microsoft a riesaminare i suoi piani. La memoria virtuale migliora la grafica. Nel 1990 l’aspetto di Windows comincia ad assomigliare a quello che conosciamo oggi. Il software Windows viene installato da dischi floppy venduti all’interno di grandi confezioni con tanto di tomi per le istruzioni. La popolarità di Windows 3.0 cresce incredibilmente con il rilascio di un nuovo Windows Software Development Kit (SDK), che permette agli sviluppatori di software di mettere al centro del loro lavoro la scrittura dei programmi e non più la creazione di driver per i dispositivi.

81995-1998: Windows 95

Il 24 agosto 1995 Microsoft rilascia Windows 95 che, nelle prime cinque settimane, vende la bellezza di 7 milioni di copie. In Windows 95 sono incorporati il supporto per Internet, la connessione remota e le nuove funzionalità Plug and Play che facilitano notevolmente le operazioni di installazione di componenti hardware e software. Con Windows 95 compaiono per la prima volta il menu Start, la barra delle applicazioni e, su ciascuna finestra, i pulsanti Riduci a icona, Ingrandisci e Chiudi.

71998: il debutto di Windows 98

Rilasciato il 25 giugno 1998, Windows 98 è la prima versione di Windows pensata specificatamente per la fascia “consumer”. Finalmente il PC è un oggetto comune nelle case come al lavoro e gli Internet point, sono ormai diffusissimi. Tra i vantaggi offerti da
questo sistema operativo vi sono la possibilità di aprire
e chiudere i programmi più velocemente e il supporto
per la lettura di dischi DVD e dispositivi USB.

62001-2005: Windows XP

Il 25 ottobre 2001 viene distribuito Windows XP, che può contare su un’interfaccia completamente nuova incentrata sulla facilità di utilizzo e su una funzionalità di Guida in linea e supporto tecnico unificata. Dalla metà degli anni ’70 fino al rilascio di Windows XP sono circa 1 miliardo i PC venduti nel mondo.

Per Microsoft, Windows XP si dimostra una scommessa azzeccata, diventando immediatamente uno dei suoi prodotti più venduti. È veloce e stabile. L’utilizzo del menu Start, della barra delle applicazioni e del Pannello di controllo è ancora più intuitivo.

52006-2008: Windows Vista

Windows Vista viene rilasciato nel 2006 e ha tra le sue priorità la sicurezza. In questa nuova versione la grafica è completamente rinnovata e questo cambiamento coinvolge anche funzionalità quali la barra delle applicazioni e i bordi intorno alle finestre.

42009: Windows 7

Con Windows 7 arriva anche Windows Touch, pensato per il mondo wireless degli ultimi anni del 2000. Le vendite dei portatili superano quelle dei computer desktop ed è ormai sempre più diffusa l’abitudine di connettersi a punti wireless pubblici, esempio bar e reti private domestiche. Windows 7 segna il debutto di Windows Touch, che consente agli utenti di esplorare il Web, scorrere le foto e aprire file e cartelle su un PC touchscreen.

32012: Windows 8

Windows 8 è un sistema operativo completamente reinventato, dal chipset all’esperienza utente ed è caratterizzato da un’interfaccia nuova, compatibile sia con la modalità touch che con mouse e tastiera. Windows 8 è caratterizzato inoltre dalla schermata Start, con riquadri che consentono di avere sempre contatti, file, app e siti Web a portata di mano. Le app sono in primo piano, con accesso al Windows Store, integrato direttamente nella schermata Start, dove è possibile acquistarle.

22013: Windows 8.1

Windows 8.1 perfeziona l’idea di Windows 8. Il sistema operativo unisce l’idea di innovazione di Microsoft con il feedback dei clienti su Windows 8 per offrire numerosi miglioramenti e nuove funzionalità: più opzioni di personalizzazione della schermata Start da sincronizzare su tutti i dispositivi, l’opzione di avvio direttamente dal desktop, Bing Smart Search per trovare quello che cerchi sul PC o sul Web, un pulsante Start per spostarti tra il desktop e la schermata Start e opzioni più flessibili per visualizzare più applicazioni contemporaneamente su uno o più schermi.

129 luglio 2015: Windows 10

Nel luglio del 2015 debutta Windows 10 ma per questo ennesimo aggiornamento la storia è ancora tutta da scrivere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Freddymarl

    Hai parlato di Vista, 8 e 8.1 come fossero un’innovazione. Invece sono stati un fiasco totale. E la prova é il passaggio gratis per molti utenti a windows 10. É la prima volta che la Microsoft fa un’azione del genere, ed é per lasciarsi alle spalle il più possibile due sistemi operativi che danno solo problemi.