Apple spiega perché alcune app del Mac App Store risultavano danneggiate

151
0
CONDIVIDI
Mac App Store

È stato un aggiornamento della “firma” delle app ad aver causato il problema segnalato da molti utenti Apple nei giorni scorsi. Le applicazioni installate su Mac sembravano come danneggiate, tanto che un messaggio di errore, con scritto “L’applicazione è danneggiata e non può essere aperta. Cancella l’applicazione e scaricala nuovamente da App Store”, compariva quando le si cercava di aprire.

Il problema, quindi, è stato causato dalla scadenza dei certificati SHA-1 e dalla migrazione al nuovo algoritmo Hash SHA-2, una famiglia di diverse funzioni crittografiche conforme alle attuali prassi del settore.

Apple ha voluto spiegare agli sviluppatori (e indirettamente anche agli utenti) che il problema è stato causato dal servizio di caching del Mac App Store che ha obbligato alcuni utenti a riavviare il sistema e riattivare la procedura di autenticazione per rigenerare la cache di sistema da alcune informazioni datate sui certificati.

«Alcune app eseguono la convalida del codice usando vecchie versioni di OpenSSL che non supporta SHA-2», spiega Apple in una nota. Il problema sembra essere superato ma alcune applicazioni continueranno a segnalare l’anomalia se lo sviluppatore non si attiverà per apportare le modifiche richieste ai certificati.

Apple app danneggiate

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS