CONDIVIDI
Apple IBM

I calcoli non lasciano dubbi: IBM risparmia 270 dollari ogni anno acquistando un Mac per un dipendente invece di un PC. La cifra, che presa singolarmente non dice molto, diventa enorme se consideriamo che Big Blue, partner Apple in molti settori, di Mac ne ha acquistati 50.000 e andranno ad aggiungersi ai 30.000 già in possesso ad altri dipendenti. Abbandonando quindi i PC per i Mac, IBM ha dato un forte taglio alle spese di acquisto dei terminali risparmiando più di 8 milioni di dollari che diventeranno 13,5 milioni quando la conversione sarà completata.

L’enorme risparimo di IBM, molto probabilmente, non è da quantificare nel costo del terminale ma nella minore assistenza dei tecnici che devono sistemare problemi di configurazione, di virus e altri problemi. IBM condividento un’analisi interna aveva dichiarato che solo il 5 per cento degli utilizzatori Mac richiedeva l’assistenza contro i 40 per cento degli utenti di un PC.

Il risparmio è tutto nella manutenzione e non nell’acquisto dei computer

Durante la presentazione dei dati relativi al quarto trimestre 2015, Tim Cook, CEO di Apple, ha messo in evidenza l’entusiasmo di IBM nell’utilizzo dei loro prodotti utilizzandolo come esempio per parlare di business, un settore dove Apple ha raggiunto l’importante cifra di 25 miliardi di dollari di guadagni e un incremento del 40 per cento rispetto al 2014.

Visti gli interessanti risultati, l’accordo raggiunto lo scorso anno tra Apple e IBM ha portato importanti vantaggi a entrambi. Apple potrà vendere i suoi Mac, iPad e iPhone a IBM mentre quest’ultima le sue applicazioni e i servizi sviluppati per il mondo business. A questo proposito Big Blue ha realizzato moltissime app specifiche per tale settore. Nel suo pacchetto è presente, ad esempio, un servizio chiamato MobileFirst per iOS che offre strumenti per il settore bancario, per il retail, per le assicurazioni, diversi servizi finanziari, per le telecomunicazioni, l’energia e diverse utility per la pubblica amministrazione e le compagnie aeree.

Disponibili esclusivamente per iPhone e iPad, le applicazione IBM MobileFirst per iOS sono fornite in un ambiente sicuro, che permette una completa integrazione con i processi aziendali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS