Il film di Steve Jobs? Un flop

195
0
CONDIVIDI
michael-fassbender-steve-jobs-movie-2015

Il film basato sulla biografia di Steve Jobs, scritto da Aaron Sorkin e con la regia Danny Boyle, non sta dando i risultati sperati. Il film sul fondatore di Apple, successivamente alla presentazione avvenuta il 9 ottobre in luoghi selezionati, è stato distribuito in 2443 sale lo scorso venerdi.

Nel weekend appena passato il film, secondo i dati pubblicati, avrebbe incassato solo 7.3 milioni di dollari. Un risultato che calcolato sullo stesso numero di giorni, supera di poco l’altro film con Ashton Kutcher. Unica differenza a favore del precedente film su Steve Jobs è stato il tantissimo clamore alla sua presentazione.

Considerando i pochi giorni passati dalla distribuzione e al fatto che non è ancora stato distribuito in Europa, è presto per fare un bilancio ma, secondo alcune dichiarazioni, la produzione sembra già molto preoccupata dei risultati fin qui raggiunti. Ci potrebbe essere il rischio concreto di non riuscire a rientrare dei costi del film che ammontano a 30 milioni di dollari.

Nel frattempo il giornalista Walt Mossberg, che ha avuto in passato la possibilità di incontrare Steve Jobs in varie occasioni, successivamente alla visione del film non si è dimostrato soddisfatto. Steve Jobs – dichiara Mossberg – aveva un carattere molto difficile, non era insomma perfetto.

In certe situazioni il suo comportamento era rude e sgarbato e a volte mentiva. Crescendo come persona – continua il giornalista  era però cambiato diventando più morbido. La sua maturazione ha coinciso esattamente con la parte più bella della sua carriera. Nel film Sorkin – conclude – ha voluto nascondere al pubblico il meglio di Steve Jobs, lati del carattere che emersero soltanto nell’ultima parte della sua vita.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS