Usi la ricerca vocale su Google? Sei stato registrato

675
2
CONDIVIDI
Google

Una funzione molto utile di Android è la ricerca vocale, disponibile anche su Chrome. Viene utilizzata spesso da molti quando si hanno le mani impegnate, ad esempio durante la guida. Grazie alla ricerca vocale – con l’aiuto di Google Now – è possibile chiamare, mandare SMS e usare WhatsApp senza toccare lo smartphone. La funzione ha un lato negativo: Google ci registra.

Chiaramente le nostre registrazioni non sono pubbliche, ma sono utilizzate semplicemente da Google per migliorare il servizio di comprensione della parola. Se volete ascoltare tutto quello che avete registrato potete recarvi a questo indirizzo, facendo ovviamente il login, dove troverete la cronologia delle ricerche audio. È possibile cancellare singolarmente, o a gruppi, le nostre ricerche tramite le opzioni avanzate, che faranno comparire questo menù.

Screenshot (2)

Se invece volete disattivare la funzionalità della cronologia per la ricerca audio basta che andiate a questo indirizzo e scorriate sinché non troverete l’opzione.

Ma gli altri provider di ricerca con i loro assistenti come si comportano? Con buona certezza si sa che Apple registra i comandi vocali inviati a Siri, mentre Amazon, con Echo, e Microsoft, con Cortana, non è certo che lo facciano, anche se è molto probabile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • McGremin

    grazie per l’articolo e i link