Microsoft non vuole che gli utenti Windows 10 usino Chrome

310
0
CONDIVIDI
Win10_message_edge

Microsoft sembra avere un asso nella manica per convincere i nuovi utenti Windows 10 a utilizzare il suo nuovo browser Edge invece dei concorrenti Google Chrome e Mozilla Firefox. In una prossima release di Windows 10 (build 10568), l’azienda aggiungerà un nuovo messagio nella gestione delle applicazioni predefinite. Se per esempio si dispone di Microsoft Edge impostato come browser predefinito e si sceglie di installare Chrome, cambiando quindi le impostazioni predefinite, verrà visualizzata una finestra che in qualche modo ricordo all’utente la presenza di Microsft Edge.

Nella finestra visualizzata Microsoft fornisce anche delle motivazioni a questo messaggio. Edge permette, ad esempio, di scrivere sulle pagine Web, è integrato con Cortana e include la visualizzazione in lettura. Si tratta di una mossa, se vogliamo, discutibile che molto probabilmente causerà l’irritazione dei produttori di browser concorrenti. Mozilla, vista la scelta di Microsoft, ha creato un video tutorial per spiegare agli utenti di Firefox come modificare le impostazioni predefinite. L’obiettivo di Microsoft è quelli di educare gli utenti all’utilizzo dei propri servizi spiegandogli le varie funzionalità.

A quanto pare la scelta di Microsoft non si ferma solo a Edge, sembra infatti che la cosa sia stata inserita anche per le applicazioni dedicate a foto e musica. Se si tenta, infatti, di cambiare le impostazioni predefinite, comparirà anche in questo caso una finestra di dialogo simile a quella per Edge.

Quest’ultima modifica di Microsoft è attualmente disponibile in un build trapelata in rete di un aggiornamento di Windows 10 che verrà rilasciata nelle prossime settimane.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS