CONDIVIDI

Completare i cerchi su Apple Watch, portando a compimento tutti gli “obiettivi fisici” della giornata, sta diventando una vera e propria ossessione per gli utenti che lo indossano. A dirlo è stato Jay Blahnik, guru del fitness che lavora per Apple.

Intervistato da Re/code, Blahnik ha sottolineato che una larga parte di persone tiene costantemente d’occhio l’app Attività facendo di tutto per completare i cerchi. «Sono le 9 di sera, gli anelli non sono completati, prendo il cane e vado a fare una passeggiata intorno all’isolato», ha dichiarato Blahnik riportando ciò che gli ha detto un utente.

«Attraverso l’Apple Watch, spiega Blahnik, abbiamo voluto creare qualcosa di diverso dai soliti contapassi». Apple ha voluto realizzare uno strumento che spronasse l’utente, anche il più pigro, facendogli comprendere rapidamente la sua giornata.

Apple non ha voluto realizzare un semplice contapassi

Gli obiettivi da raggiungere vengono prefissati dall’utente alla prima esecuzione dell’app Attività su Apple Watch. L’orologio intelligente della Mela chiede all’utente di scegliere lo stile di vita tra tre opzioni disponibili e imposta obiettivi di un certo livello che l’utente può anche decidere di cambiare. Il cerchio rosso, che indica il “Movimento”, si completa quando si raggiunge il consumo calorico quotidiano prefissato. Quello verde, invece, misura l’Esercizio, o meglio, le attività più intense. Trenta minuti di esercizio al giorno è il minimo imposto da Apple per tenersi in forma. L’ultimo cerchio, colorato di azzurro, si completa pezzo dopo pezzo ogni volta che ci alziamo in piedi almeno per un minuto ogni ora.

«Con watchOS 2 – spiega Blahnik – ora anche le app di terze parti hanno accesso ai sensori consentendo di misurare attività sportive diverse da correre, andare in bici o palestra. Ciò che rende grande l’Apple Watch è il fatto di essere progettato con l’idea di proporre la cosa migliore, al momento giusto, alla giusta dose».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS