Reus fa autocritica: “Mi aspettavo molto di più da me”

771
0
CONDIVIDI
Reus

Un inizio di stagione superlativo e poi il solito crack. Marco Reus è ormai abituato ad interrompere bruscamente le sue stagioni a causa di infortuni ripetuti. L’ultimo purtroppo, è costato moltissimo sia a lui che al suo Borussia Dortmund, che senza il genio del suo numero undici ha iniziato a soffrire toccando il fondo nel 5-1 contro il Bayern di domenica scorsa.

Eppure Reus aveva trascinato i ragazzi di Tuchel fino alla quarta giornata con prestazioni sontuose, realizzando una rete e un assist nel 4-0 al Gladbach, un altro gol nel secondo 4-0 all’Ingolstadt e un’altra prestazione ottima contro l‘Hertha Berlino, la gara in cui il dito del suo piede destro ha iniziato a dargli problemi. Due partite fuori contro Hannover e Bayer Leverkusen e poi il rientro nel pareggio esterno contro l’Hoffenheim dove sia lui che l’intera squadra non sono riusciti ad esprimersi agli stessi livelli di inizio stagione collezionando due pareggi e una sconfitta.

Adesso Reus vuole riprendersi lo scettro e trascinare nuovamente il Borussia alla caccia del Bayern Monaco. Dal ritiro della nazionale tedesca che stasera affronterà l’Irlanda per il penultimo match di qualificazione a Euro 2016, Reus ha voluto fare autocritica dichiarando di pretendere di più dal suo rendimento: “Fin quando il piede andava bene ho giocato ottima gare ma poi dopo l’infortunio contro l’Hertha Berlino ho perso il ritmo e tre settimane di inattività non mi hanno permesso di esprimermi ad un buon livello. Se devo essere onesto, non sono soddisfatto della mia stagione fin qui, mi aspettavo di più da me”.

“Se devo essere onesto, non sono soddisfatto della mia stagione”

Reus è però sicuro che le cose cambieranno per lui e per il Borussia: “Basta segnare un gol e vincere una partita e tutto sarà alle spalle. Sono un gran lavoratore e so che posso tornare velocemente ai miei livelli”. Proprio in nazionale, Reus vuole riconquistare stima e ritmo partita: “Tre anni fa giocai contro l’Iralnda nella nostra vittoria per 6-1. Quella fu la mia prima doppietta in nazionale. Spero che mi porti bene”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS