CONDIVIDI

Insigne trascina il Napoli, ok le romane – Il sesto turno di Serie A si apre con l’anticipo fra Roma e Carpi di sabato alle 18. La squadra di Garcia porta a casa i 3 punti senza troppi patemi liberandosi della neo promossa con un bel 5-1. Nota stonata sono però gli infortuni muscolari di Totti (39 anni oggi) e Keita, mentre Dzeko accusa problemi al ginocchio. In serata si è giocata la partita di cartello di questo turno, Napoli-Juventus.

I partenopei hanno giocato con grinta e voglia, portando a casa un 2-1 giusto per quanto visto in campo. Apatica la squadra di Allegri, con un Hernanes fuori dal gioco e con evidenti colpe soprattutto sul 2-0 firmato Higuain. Il primo gol è un gioiello di Insigne, che poi esce per un problema al ginocchio, mentre per i bianconeri l’illusorio 2-1 è firmato da Lemina. Nel lunch match domenicale vince il Genoa contro il Milan, grazie a un bolide su punizione di Dzemaili deviato in maniera decisiva da Bonaventura. Non si conferma quindi Balotelli, che è apparso comunque molto attivo sotto gli occhi del ct Conte in tribuna a Marassi.

Nelle gare delle 15 torna alla vittoria in trasferta la Lazio a Verona. Grande prova di carattere per gli uomini di Pioli, che dominano e riescono a battere persino la sfortuna. L’Hellas infatti si era portato sull’1-0 con il primo tiro in porta, dopo un gol di Gentiletti ingiustamente annullato. L’1-2 arriva grazie a un rigore di Biglia conquistato da Keita, e da uno schema su punizione perfetto orchestrato proprio dal capitano laziale che ha armato il destro di Parolo. La sfida fra le sorprese Sassuolo e Chievo termina 1-1 grazie alle reti di Defrel e Paloschi, mentre vince il Torino in 9 contro il Palermo per 2-1, portandosi momentaneamente al secondo posto.

Udinese che batte per 2-1 il Bologna, mentre il big match serale fra Inter e Fiorentina è caratterizzato dagli errori individuali degli uomini di Mancini. Lo 0-1 arriva su un retropassaggio di Medel controllato male da Handanovic. Il portiere sloveno si fa anticipare da Kalinic e lo stende, concedendo un rigore che viene realizzato da Ilicic. Segna Kalinic lo 0-2, dopo un sinistro di Ilicic deviato male ancora da Handanovic. Passano pochi minuti prima dello 0-3 ancora firmato da Kalinic, che sfrutta un gran cross di Alonso dopo una bella discesa. La prova a riaprire Icardi nel secondo tempo sfruttando una punizione di Telles per l’1-3, ma ci pensa di nuovo Kalinic a chiuderla per il definitivo 1-4, portando la squadra di Sousa al primo posto in classifica.

L'esultanza di Biglia dopo il pareggio della Lazio.
L’esultanza di Biglia dopo il pareggio della Lazio.

Bayern spietato, lo Schalke scopre Sanè – Tanto spettacolo anche in Europa. In Bundesliga va a gonfie vele il Bayern, che batte per 0-3 il Mainz. In gol Coman (2 gol in 3 partite per lui) e il solito Lewandowski autore di una doppietta. 21 punti per i bavaresi, seguiti dal Borussia che si è fatto bloccare allo scadere sul 2-2 dal Darmstadt. Non basta Aubameyang ai gialloneri per tenere il passo dei campioni in carica.

Lo Schalke 04 si conferma come terza forza del campionato grazie al baby Sanè, autore dell’1-0 definitivo contro l’Amburgo. Si tratta del terzo gol in stagione per il classe 1996, che sta incantando la Germania con prestazioni di altissimo livello. Vince fuori casa il Bayer Leverkusen per 0-3 contro il Werder Brema, grazie ai gol di Mehmedi, Brandt e Kampl. 1-1 fra Wolfsburg e Hannover, così come in Eintracht-Herta e Colonia-Ingolstadt. Vittoria esterna per il Borussia Monchengladbach, che stende per 3-1 lo Stoccarda. 3-1 in trasferta anche per l’Hoffenheim contro l’Augsburg, a chiudere un turno privo di vittorie casalinghe.

Sorpasso United sul City, crisi Chelsea – In Premier il settimo turno di campionato è caratterizzato dalla sconfitta per 4-1 del City contro il Tottenham. La squadra di Manchester perde il primo posto in favore dei cugini dello United, che si liberano per 3-0 del Sunderland trascinati da Depay, Rooney e Mata. Rocambolesco 2-5 fra Leicester e Arsenal. La squadra di Ranieri passa in vantaggio con Vardy, ma una tripletta di Sanchez e i gol di Walcott e Giroud ribaltano il risultato.

Il Chelsea si salva all’86′ contro il Newcastle. I bianconeri si erano portati sul 2-0 con i gol di Perez e Wijnaldum, salvo farsi rimontare negli ultimi dieci minuti da Ramires e Willian. Vince per 3-2 il Liverpool contro l’Aston Villa, così come il Southampton contro lo Swansea per 3-1 e lo Stoke contro il Bournemouth per 2-1. 2-2 fra West Ham e Norwich e 0-1 fra Watford e Crystal Palace in attesa del posticipo WBA-Everton.

Il Barça vince ma si ferma Messi, pareggio Real – In Spagna ritorna alla vittoria il Barcellona contro Las Palmas. Il 2-1 è frutto della doppietta di Suarez, ma la notizia di giornata è sicuramente lo stop di Leo Messi. Il fenomeno argentino dovrà stare fermo per 2 mesi per un problema muscolare, saltando Champions e Clasico.

Pareggia e delude il Real Madrid in casa contro il Malaga per 0-0. Ne approfitta il Villareal, che grazie a Leo Baptistao batte l’Atletico Madrid per 1-0 conquistando la vetta della Liga. Si ferma il Celta Vigo, che pareggia per 1-1 contro l’Eibar, mentre doppio 3-0 nelle partite fra Deportivo e Espanyol e Getafe-Levante. Vince il Valencia per 1-0 contro il Granada, così come il Siviglia che batte per 3-2 il Rayo. 1-2 fra Gijon e Real Betis, mentre il posticipo sarà Real Sociedad-Athletic.

PSG forza 4, sconfitta Marsiglia – In Ligue 1 continua la marcia solitaria del PSG, che si libera del Nantes con un perentorio 1-4. In gol per i parigini Ibra, Cavani, Di Maria e Aurier, che rispondono al momentaneo vantaggio di Bammou. Perde a sorpresa in casa il Marsiglia per 1-2 contro un grande Angers. Belle vittorie anche per Caen (2-0 sull’Ajaccio) e Reims, che batte il Lille per 1-0.

La bagarre alle spalle del PSG vede anche il Rennes, che trova il pareggio in casa contro il Troyes per 1-1. Pirotecnico 3-3 fra Guingamp e Monaco, mentre il Lione perde in trasferta contro il Bordeaux per 3-1. Vittorie anche per Montpellier contro il Lorient per 2-1 e per il Bastia per 3-0 sul Tolosa. In serata Saint-Etienne-Nizza, con i prossimi avversari della Lazio che provano a tenere il ritmo degli uomini di Blanc.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS