Il Siri Remote non arriverà in Italia. La Apple TV orfana dell’assistente vocale

302
0
CONDIVIDI

In Italia la Apple TV non arriverà con il Siri Remote. Nella scheda tecnica presente sul sito ufficiale dell’azienda viene menzionato l’Apple TV Remote e non il telecomando con l’assistente vocale della Mela. La mancanza viene confermata indirettamente dal sito degli sviluppatori, dove si dice esplicitamente che soltanto otto Paesi potranno godere del Siri Remote: Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

Apple non ha ancora specificato i motivi per i quali le altre nazioni non avranno a disposizione il Siri Remote. Con molta probabilità la colpa è da attribuire proprio all’assistente vocale, che inizialmente non supporterà tutte le lingue. Anche con il lancio di Siri su iPhone e iPad, Cupertino seguì una strada molto simile a quella che dovrebbe intraprendere il nuovo Siri Remote.

I motivi della mancanza del Siri Remote in Italia non sono ancora noti

Nel caso della Apple TV, però, Siri rappresenta una delle novità più importanti. La sua mancanza potrebbe scoraggiare molti utenti desiderosi di acquistarla. Bisogna sottolineare che i due telecomandi, l’Apple TV Remote e il Siri Remote, sono tecnicamente identici tra loro. L’hardware nascosto al loro interno, infatti, è lo stesso. Gli utenti residenti in Paesi diversi da quegli otto prima citati non potranno dialogare direttamente con la Apple TV chiedendogli le informazioni sul cast di un film, le previsioni del tempo, i risultati sportivi, etc…

Quando Apple abiliterà i comandi di Siri su Apple TV anche alle altre lingue bisognerà comprare un nuovo telecomando? Difficile rispondere oggi. Non sappiamo se l’assistente vocale è stato soltanto bloccato da Apple oppure se manca completamente il microfono. Nel secondo caso sarà necessario acquistare un nuovo Siri Remote abilitato per iniziare a “parlare” con la Apple TV presentato ieri da Cupertino.

Siri Remote

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS