Ministero: il gioco fa bene ai bambini diabetici. Possono fare attività

235
0
CONDIVIDI

Giocare e fare attività fisica fa bene ai bambini che soffrono di diabete. È quanto sottolineato a Expo nella giornata «Giochiamo a mantenerci in forma» organizzata da Fondazione Salute & Benessere e Ministero della Salute a Cascina Triulza per spiegare ai giovani e alle loro famiglie l’importanza di mantenere uno stile di vita sano per le persone con diabete.

«Il nostro progetto si propone di far comprendere come l’alimentazione sana e sostenibile sia terapeutica per le cronicità”, ha spiegato il presidente della Fondazione Salute e Benessere, Emanuela Baio. «In Italia – ha aggiunto il direttore generale di Igiene e sicurezza degli alimenti del Ministero della Salute, Giuseppe Ruocco – sono circa 300mila i bambini e gli adolescenti con diabete giovanile. Si tratta di una malattia compatibile con una vita attiva e che non impedisce l’attività fisica. Quest’ultima, anzi contribuisce al buon esito della terapia e previene le complicanze del diabete di tipo primo. Altro aspetto fondamentale è educare i bambini diabetici ad alimentarsi in modo corretto, seguendo i principi della dieta Mediterranea».

I bimbi diabetici possono fare attività ma devono seguire la dieta Mediterranea

Quiz, giochi di movimento e altre attività di ruolo hanno caratterizzato la mattinata dei bambini presenti all’Esposizione Universale di Milano.

Anche il presidente dell’Associazione medici diabetologi Antonietta Musacchio ha confermato l’effetto terapeutico dell’attività fisica nel diabete giovanile. Ecco cosa ha dichiarato: «L’attività fisica unita al dieta e ai farmaci, è una vera e propria arma terapeutica per combattere la malattia».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS