Euro2016: un rigore di De Rossi affossa la Bulgaria, 1-0 per l’Italia e primo posto nel girone

230
0
CONDIVIDI
Italia
L'Italia di Antonio Conte qualificata agli europei 2016 in Francia

Missione compiuta per l’Italia di Antonio Conte, che conquista la seconda vittoria consecutiva contro la Bulgaria prendendosi il primo posto nel girone H a + 2 sulla Norvegia. Per i sei punti conquistati è certamente un bicchiere mezzo pieno per gli Azzurri, che avevano il compito di non fallire l’appuntamento con la vittoria casalinga dopo quella acciuffata contro Malta. Per quanto riguarda il gioco però e soprattutto il cinismo sotto porta, il c.t. azzurro avrà ancora molto da lavorare perché questa squadra crea ancora molto ma conclude poco .

L’Italia prova a sfruttare il secondo passo falso della Croazia per allungare al primo posto del girone H, e mettere in cassaforte l’europeo. Ora la Norvegia è prima con 16 punti, ma una vittoria azzurra porterebbe la nazionale di Conte a +2 dalla Norvegia e a +4 dai croati. Buffon gioca la sua 150esima in nazionale, mentre la Bulgaria arriva con il coltello tra i denti per accorciare sul terzo posto e per evitare di veder sfumare definitivamente le speranze di partecipare ad Euro 2016. L’andata si era chiusa con un 2-2 stretto ai bulgari, che gli azzurri avevano acciuffato grazie a un gol dell’esordiente Eder. Lo stadio che ospiterà il match è un pieno Barbera di Palermo. In tribuna, spettatore d’eccezione lo juventino Paulo Dybala, che ha rifiutato la chiamata da parte di Conte per la nazionale.

Formazioni – Per l’impegno al Barbera contro la Bulgaria, Conte conferma il 4-3-3 visto contro Malta. In porta c’è l’inossidabile Buffon, mentre davanti a lui i 4 scelti sono De Sciglio, Chiellini, Bonucci e Darmian, preferito a Florenzi nel ruolo di terzino destro. A centrocampo vengono impiegati Parolo, Verratti e De Rossi. Il giocatore del PSG deve dettare i tempi per gli inserimenti del centrocampista laziale, mentre a De Rossi il compito di recuperare i palloni. In avanti il tridente è formato da Candreva, uno dei più in forma contro Malta, Pellè e a sorpresa il ritorno da titolare di El Shaarawy. La Bulgaria di Petev risponde con un 4-2-3-1 che vede impiegato in porta Mitrev, a causa del forfait di Stoyanov. Davanti a lui agiscono in difesa Minev, Aleksandrov, Bodurov e Yordan Minev. A centrocampo Dyakov e il palermitano Chochev si muovono alle spalle dei tre Nedelev, Popov e Milanov. L’unica punta è Mitsanski.

Dominio azzurro nel primo tempo– Inizia fortissimo l’Italia che dopo 30 secondi accelera con El Shaarawy che serve Candreva, il tiro del laziale finisce sui piedi di Pellè che a botta sicura si vede respinta la conclusione da Mitrev. Sulla ribattuta ci riprova El Shaarawy di rovesciata ma la manda alta. Passano 4 minuti e Candreva viene steso in area dopo aver anticipato Aleksandrov. Il rigore viene battuto da De Rossi, che spiazza Mitrev. L’arbitro però fa ripetere e lo stesso centrocampista giallorosso la mette dentro di nuovo angolando il tiro verso destra. 1-0 e Italia che mette subito le cose in chiaro. I primi 10 minuti sono un monologo italiano, che è consapevole di essere superiore alla Bulgaria. Al 12′ il Faraone prova di nuovo a scrivere il suo nome sul tabellino con un bel destro al volo da fuori, ma la conclusione termina a pochi centimetri dal secondo palo. Al 18′ sale in cattedra Buffon. Mitsanski scende con velocità centralmente e spara dal limite dell’area un fendente con il destro, ma il capitano dell’Italia compie un vero e proprio miracolo. Al 25′ El Shaarawy viene steso sul lato destro dell’area di rigore, e la punizione viene affidata ai piedi di Verratti. Il centrocampista abruzzese pennella per la testa di Pellè, che però mette alto. Dopo 5 giri d’orologio ci prova Popov sempre su punizione a spaventare Buffon, ma il suo destro termina debole sul fondo. Sul cambio di fronte Darmian dialoga con Candreva e mette al centro un buon cross. De Sciglio si coordina col sinistro ma Mitrev controlla non senza qualche difficoltà. La fascia destra viene sfruttata con continuità dagli azzurri, e al 35′ l’ennesimo cross di Candreva viene raccolto da Pellè, che tenta il tiro al volo, spedendo però la palla alta dopo una deviazione di un difensore non ravvisata dall’arbitro. Fioccano le occasioni, ma non arriva il 2-0. Al 38′ El Shaarawy serve con un cross basso Candreva, che però tira debolmente e si lascia bloccare la conclusione da Mitrev. Si aggiunge alle occasioni sprecate un tiro di Parolo a botta sicura al 44′, dopo una sponda di Pellè, ma il suo destro al volo viene rimpallato da un difensore bulgaro. Al termine dell’unico minuto di recupero finisce un primo tempo che ha visto dominare gli uomini di Conte.

 

L'autore dell'1-0 Daniele De Rossi.
L’autore dell’1-0 Daniele De Rossi.

Reazione De Rossi – Il secondo tempo si apre come era finito il primo. Parolo al 46′ scaglia subito un sinistro che Mitrev riesce miracolosamente a deviare in corner. Al 54′ l’episodio che cambia volto al match. Mitsanski tira un pugno alla schiena di De Rossi, che reagisce e gli rifila un calcione. 10 contro 10 e partita che si incattivisce. De Sciglio scatta sulla fascia e Yordan Minev lo stende con una scivolata, giallo per il bulgaro. Allo scattare dell’ora di gioco rischia tantissimo l’Italia. Nedelev riceve un pallone in area e spara un destro che termina di pochissimo sopra l’incrocio. Sul capovolgimento di fronte Candreva scatta e serve El Shaarawy davanti al portiere, ma l’esterno del Monaco si lascia ipnotizzare. Di nuovo il Faraone al 62′ conclude sul fondo dopo un tiro a giro sui 16 metri. Italia che non concretizza la superiorità facendo infuriare Conte. Al 64′ primo cambio per la Bulgaria, esce Yordan Minev ed entra Bandalovski. Conclusione fotocopia alla precedente al 68′, ma ancora El Shaarawy si fa parare il tiro da Mitrev. Secondo cambio per i bulgari al termine dell’azione, con Nedelev che fa posto ad Alexsandrov. Prima sostituzione anche per gli azzurri con Zaza che rileva uno stanchissimo Pellè. Passano due minuti e termina anche la partita di El Shaarawy che esce al posto di Florenzi. L’Italia pensa più a difendere il vantaggio che ad attaccare, e gli esterni fanno più difficoltà a scendere in avanti, mentre la Bulgaria prova sempre a rendersi propositiva arrivando con continuità sulla trequarti italiana, anche se la difesa fa bene filtro. All’85′ Conte sceglie di inserire Eder per Candreva, facendo mugugnare il Barbera per aver lasciato il rosanero Vazquez in panchina. Subito pericoloso l’attaccante della Samp che conquista una buona punizione dal limite. Il cross di Florenzi trova la testa di Bonucci, che a porta vuota manda alto. All’89′ ancora Eder scarta due avversari, ma si fa ribattere la conclusione di destro in area. Nel primo dei 4 minuti di recupero, Milanov spara un sinistro in porta di Buffon, che però è troppo centrale e permette al portiere azzurro di deviare in angolo. Non c’è più tempo, finisce 1-0.

 

ITALIA-BULGARIA 1-0
Italia (4-3-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Parolo, De Rossi, Verratti; Candreva (41′ st Eder), Pellé (27′ st Zaza), El Shaarawy (28′ st Florenzi). A disp.: Padelli, Sirigu,  Criscito, Barzagli, Pirlo, Soriano, Gabbiadini, Immobile, Vazquez. All.:  Conte.
Bulgaria (4-2-3-1): Mitrev; Y. Minev (19′ st Bandalovski), A. Aleksandrov, Bodurov, V. Minev; Dyakov, Chochev; Minalov Popov (27′ st Rangelov), Nedelev (23′ st M. Aleksandrov); Micanski. A disp.: Makendzhiev,, Zlatinski, Ivanov, Terziev, Slavchev, Manolev, Hristov, Tonev. All.: Petev.
Arbitro: Karasev (Russia)
Marcatori: 6′ rig. De Rossi
Ammoniti: Y. Minev, Rangelov, Dyakov
Espulsi: 10′ st De Rossi e Micanski per reciproche scorrettezze

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS