CONDIVIDI

Debutto con vittoria per la Lazio nella nuova stagione di Serie A, un successo che porta entusiasmo e consapevolezza nella banda capitolina alla vigilia dell’appuntamento più importante della stagione con il ritorno dei preliminari di Champions League. Contro il neo promosso Bologna i biancocelesti di Pioli hanno vinto 2-1 in tranquillità nonostante qualche brivido finale e l’infortunio al capitano Biglia che gli costerà la gara di ritorno contro il Bayer Leverkusen. 

Pioli si gode la qualità dell’olandese Kishna, in gol al debutto in Serie A e autore di una prova ricca di spunti tecnici e di grande velocità. Per il resto si sono affrontate due squadre ancora in cantiere, con i padroni di casa già avanti nella costruzione del loro progetto tattico e con i felsinei ancora un po’ indietro nella preparazione. La squadra però è buona e messa bene in campo da Delio Rossi, di sicuro i rossoblù saranno protagonisti in questo campionato per una salvezza tranquilla.

La gara – Il Bologna scende in campo fondamentalmente per non prenderle, con Mattia Destro in panchina e Delio Rossi intento a sfruttare le ripartenze lasciate dai padroni di casa. La Lazio invece gioca bene e dopo 30′ è già in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Biglia e Kishna che in area sfruttano al meglio due accelerazioni di Antonio Candreva, stasera in grande spolvero rispetto alla gara di martedì scorso contro il Bayer. Per l’ex Ajax Kishna è un debutto con il gol, stessa condizone di quando debuttò con la maglia dei Lancieri qualche stagione fa. Prima della fine del primo tempo, il Bologna trova la rete del 2-1 con Mancosu che in velocità supera Radu e batte Berisha con un sinistro sotto la traversa.

Nella ripresa la stanchezza di impossessa della banda biancoceleste anche se la Lazio resta sempre padrona dell’incontro. Candreva dà spettacolo al 72′ davanti al ct Antonio Conte, superando in dribbling tre avversari prima di trovare la pronta riposta di Mirante a deviargli in angolo un gran destro a giro. Al 90′ l’ultimo brivido lo regala però il Bologna con Brighi che di testa costringe Berisha al miracolo in angolo. Una parata che vale due punti e che consente alla Lazio di affrontare con il sorriso l’ostacolo Bayer mercoledì prossimo. Il capitano purtroppo Biglia non ce la farà, per lui lesione al polpaccio destro e addio ritorno di Champions League. Intanto la Lazio si gode il primo posto in classifica in attesa di una condizione migliore e magari di qualche aiuto dal mercato.

LAZIO-BOLOGNA 2-1
Marcatori: 17′ Biglia (L), 23′ Kishna (L), 43′ Mancosu (B)

LAZIO (4-3-3): Berisha; Basta, de Vrij, Gentiletti, Radu; Parolo, Biglia (51′ Cataldi), Lulic (61′ Milinkovic-Savic); Candreva (75′ Felipe Anderson), Keita, Kishna. A disp.: Guerrieri, Mauricio, Patric, Hoedt, Konko, Braafheid, Onazi, Morrison, Mauri. All. Stefano Pioli
BOLOGNA (4-3-1-2): Mirante; Ferrari, Oikonomou, Rossettini, Masina; Crimi (46′ Pulgar) , Crisetig (83′ Diawara), Brighi; Brienza; Acquafresca (75′ Destro), Mancosu. A disp.: Da Costa, Stojanovic, Ceccarelli, Maietta, Morleo, Silvestro, Falco. All. Delio Rossi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS