Napoli, De Laurentiis: “Lavoriamo a fari spenti per un grande Napoli”

32
0
CONDIVIDI
Aurelio De Laurentiis

E’ un Napoli ancora alle prese con i lavori in corso quello che si appresta ad iniziare la nuova stagione. L’amichevole giocata ad Oporto ha dato buoni spunti al neo tecnico Sarri sotto il profilo della personalità e della corsa ma ha anche evidenziato come manchi ancora qualcosa alla squadra Azzurra per competere per i primi tre posti del campionato.

Il Presidente Aurelio De Laurentiis cerca di portare ottimismo nell’ambiente napoletano e intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha parlato del momento del Napoli e di come la società si sta muovendo per migliorare l’undici a dispone di Sarri: “Porto-Napoli? È stata una buona partita, ma stiamo lavorando a fari spenti cercando di fare gli innesti giusti per un nuovo allenatore, non è per nulla semplice né scontato. Serve grande umiltà e grande lavoro per essere uniti e crescere. Sarà una squadra giovane che darà risultati nel tempo, come avvenne con Hamsik e Lavezzi ai primi tempi in A. Siamo dai sei anni consecutivi in Europa e questa è già una grande dimostrazione”.

Impossibile non parlare anche del mercato, coni tifosi azzurri chiedono al numero uno dei partenopei nuovi investimenti: “Maksimovic? A volte dobbiamo provare a muoverci su altri obiettivi visto che siamo in troppi sulle stesse pedine. Se son rose fioriranno, altrimenti sbocceranno dei gigli che sono dei fiori altrettanto straordinari…Giuntoli è un grande professionista, sono certo che sceglierà gli uomini giusti. Già Chiriches ha dato ottimi segnali nella sua prima uscita. Chiedo ai tifosi di essere fiduciosi, stiamo lavorando con amore per questa maglia alla quale siamo fermamente attaccati. Le nozze funzionano quando ci sono persone che si vogliono bene, non servono nomi altisonanti”, ha sottolineato il numero uno dei partenopei che sulla prossima amichevole del Napoli, ha aggiunto: “Giuntoli sta chiamando Paparesta perché ci piacerebbe giocare con il Bari il 14 sera in Campania, a Benevento, non dobbiamo spostarci troppo perché è tempo di restare sul pezzo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS