CONDIVIDI
cancro al sangue

È stato scoperto il sistema utilizzato dalle cellule di un comune cancro del sangue per mimetizzarsi dal sistema immunitario. Alcuni scienziati australiani del Dipartimento di immunologia della Monash University di Melbourne hanno visto che le cellule sono molto abili e usano diversi trucchi per confondere le cellule immunitarie, formando “cortine fumogene” per impedire alle cellule immunitarie di riconoscere il cancro.

La scoperta apre la strada alla formulazione di trattamenti che permettano al corpo di combattere il cancro stesso, in particolare la leucemia linfocitica cronica, che attacca i globuli bianchi o cellule B che producono anticorpi per combattere le infezioni. Le attuali cure colpiscono le cellule B, sia cancerose che sane, rendendo i pazienti più vulnerabili a infezioni secondarie. La maggior parte dei pazienti, infatti, muore a causa di altre malattie.

LE CELLULE TUMORALI SI MIMETIZZANO FORMANDO CORTINE FUMOGENE

«La migliore arma che abbiamo per combattere il cancro è il sistema immunitario. Può percepire la presenza di un’infezione ed anche l’emergenza di un cancro», ha dichiarato la responsabile della ricerca Fabienne Mackay.

Un farmaco riuscirà ad attivare il sistema immunitario andando a colpire il pericoloso congegno noto come TACI, o recettore del fattore di necrosi tumorale 13B. Il TACI produce in abbondanza la proteina che inganna il sistema immunitario perchè accetti il cancro, e rende il sistema stesso incapace a combattere altre infezioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS