Fujifilm X-T1 IR, la mirrorless per la fotografia all’infrarosso

484
0
CONDIVIDI

Al fine di offrire una gamma di prodotti più completa possibile, i principali colossi del settore fotografico si stanno sempre più spesso interessando a generi fotografici considerati di nicchia o dedicati a scopi professionali e scientifici. E’ il caso per esempio di Fujifilm che proprio pochi giorni fa ha annunciato l’arrivo sul mercato di una nuova variante della mirrorless ammiraglia X-T1, la X-T1 IR dove “IR” sta per InfraRed, una soluzione pronta all’uso per chi vuole dedicarsi alla fotografia all’infrarosso.

Fujifilm_X-T1_Front

Essendo priva del filtro Standard IR, al cui posto è stato applicato un rivestimento anti-riflesso, questa nuova fotocamera è infatti in grado di vedere e catturare la radiazione infrarossa, nonché parte di quella ultravioletta, nella lunghezza d’onda compresa tra i 380-1000 nm, in grado di quindi di vedere quella parte dello spettro elettromagnetico non visibile all’occhio umano, la cui lunghezza d’onda percepibile è compresa tra i 380 e i 760 nm. Non a caso la nuova Fujifilm X-T1 IR è dedicata principalmente a campi di utilizzo dove lo spettro infrarosso è fondamentale per la raccolta di determinate informazioni, come per le attività investigative delle forze dell’ordine in cui l’infrarosso può essere utilizzato per vedere oggetti nascosti nelle tasche o liquidi, nell’arte al fine di determinare se un dipinto sia contraffatto o meno, nella diagnostica medica e più in generale per applicazioni scientifiche e tecniche.

Fujifilm_X-T1_Top

Ciò però non vieta di sfruttare le capacità della fotocamera per realizzare scatti anche a soggetti comuni, come un paesaggio o un fiore, ma che comunque ci permetterebbero di avere una visione della realtà molto diversa a quella a cui siamo abituati: le foglie di un albero per esempio apparirebbero bianche in quanto la clorofilla presente in esse assorbe gran parte della razione visibile, mentre il cielo avrebbe con una tonalità di blu/azzurro molto più scura di quella che percepiamo normalmente e un paesaggio montano presenterebbe molti più dettagli ed elementi poiché le particelle sospese nell’atmosfera risultano pressoché invisibili nella fotografia all’infrarosso.

Fujifilm_X-T1_Back

Per il resto le specifiche tecniche rimangono le medesime della X-T1: la nuova mirorrless è infatti equipaggiata con un sensore APS-C X-Trans CMOS II da 16,3 megapixel con gamma ISO massima di 25.600, affiancato dal processore EXR II, mirino elettronico OLED “Real Time“ da da 2,36 milioni di pixel, in grado di visualizzare la scena con un ritardo di appena 0,005 sec, il tutto protetto da un corpo in magnesio resistente agli agenti atmosferici sul cui retro si trova un display LCD basculante da 1,04 megapixel. Per quanto riguarda prezzo e disponibilità infine, la Fujifilm X-T1 IR sarà acquistabile dal mese di ottobre al prezzo di 1.700 dollari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS