CONDIVIDI

In un tempo in cui le relazioni sociali nascono e si alimentano prevalentemente online, c’è chi ha provato, con i risultati che vedremo, a trasportare un’amicizia virtuale nella vita reale. La storia arriva da Assisi dove alcuni giovani, legati dalle stesse passioni, hanno creato un gruppo su Facebook con il quale tenersi in contatto.

Dopo uno scambio di foto, chat e post vari, gli iscritti hanno deciso di rendere reale quell’amicizia, fino a quel momento solo virtuale, organizzando un incontro conviviale a cena.

La lite tra due ragazzi è finita per coinvolgere tutti gli altri partecipanti

È bastata una parola fuori posto a far scattare la rissa, anche a causa dell’alcol. In seguito alla quale alcuni giovani sono stati ricoveri in ospedale ma nessuno ha sporto denuncia. Dall’indagine è emerso che uno dei coinvolti è stato spinto fuori dal ristorante-pizzeria con un coltello dietro la nuca, procurandosi una profonda ferita.

Una volta convocati tutti i soggetti coinvolti, gli investigatori sono riusciti a ricostruire i fatti: la lite tra due ragazzi è finita per coinvolgere tutti gli altri partecipanti, compresi i titolari del ristorante. Secondo la polizia, il profilo Facebook del gruppo è stato cancellato subito dopo il fatto per far sparire ogni traccia che potesse far risalire all’identificazione di altri soggetti coinvolti, iscritti al gruppo e che hanno preso parte agli episodi di violenza. Otto sono stati denuncia dalla polizia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS