Turchia, Twitter bloccato dopo l’attentato. Il kamikaze è un 20enne

639
0
CONDIVIDI

Le autorità turche hanno bloccato l’accesso al social network Twitter in tutto il Paese per colpa della pubblicazione delle immagini dell’attacco di lunedì a Suruc, in cui sono morte 32 persone. Secondo una fonte ufficiale del governo di Ankara a bloccare l’utilizzo del social è stata l’ordinanza emessa da un tribunale locale.

Alcuni dei giovani di questa foto sono rimasti uccisi nell'attentato di Suruc, in Turchia.
Alcuni dei giovani di questa foto sono rimasti uccisi nell’attentato di Suruc, in Turchia.

Intanto, grazie all’esame del DNA si è scoperto che l’autore dell’attentato non è una donna di 18 anni, come era stato detto inizialmente. Il kamikaze è un uomo di 20 anni residente ad Adiyaman, provincia del sudest turco.

La stampa turca ha fatto il nome di Abdurrahman Alagoz, studente di ingegneria all’università di Adiyaman. Il quotidiano Radikal ha intervistato la madre che lo ha definito un bravo ragazzo: «Era stato all’estero per sei mesi, prima di tornare a casa 10 giorni fa e sparire nuovamente. Non ci ha detto dove andava e che lavoro aveva trovato. Non so se si è unito all’Is». Insieme ad Abdurrahman è scomparso anche il fratello Yunus.

Oggi altri due agenti della polizia sono stati trovati morti in casa nella città meridionale di Ceylanpinar, uno dei distretti della provincia di Şanlıurfa. Secondo fonti anonime i due uomini, che vivevano insieme, sono stati uccisi con colpi da arma da fuoco alla testa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS