L’Amiga compie trent’anni: il computer che stregò Andy Warhol

515
0
CONDIVIDI
Andy Warhol Amiga

Il 2015 è ricco di anniversari importanti. Trent’anni usciva nelle sale “Ritorno al Futuro”, il film cult che influenzò una generazione. Lo stesso anno a New Work, proprio oggi, Andy Warhol fu il padrino di un computer destinato a rivoluzionare per sempre l’informatica moderna: venne, infatti, presentato al pubblico l’Amiga 1000. Con Warhol madrina dell’evento fu Debbie Harry dei Blondie, che lo stesso Warhol utilizzò per mostrare al mondo le capacità grafiche del computer di Commodore, realizzando un ritratto da un’immagine scattata alla stessa Harry con l’aiuto proprio dell’Amiga 1000.

VIDEO – Lo show di Warhol per il lancio dell’Amiga 1000

Warhol, oltre che testimonial dell’Amiga 1000, ne fu anche il designer dell’aspetto esteriore e, nel breve periodo che precedette la sua morte, grande utilizzatore. È del 2001 la scoperta della brevissima sequenza digitale animata You are the one creata da Andy Warhol con l’Amiga 1000, oggi visionabile solo durante mostre o eventi particolari.

Del lavorare con l’Amiga 1000 nel 1986 Warhol disse: «La cosa che mi piace di più del fare arte sul computer è che sembra il mio lavoro» («The thing that I like most about doing art on the computer is that it looks like my work»).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS