Mondiale donne: USA campione, super Lloyd stende il Giappone 5-2

30
0
CONDIVIDI

La squadra di calcio femminile degli Stati Uniti d’America ha conquistato a Vancouver il suo terzo titolo mondiale dimostrando ancora una volta di essere la dominatrice a livello globale. In finale non c’è stata storia contro il Giappone con gli USA che si sono imposti 5-2 vendicando in questo modo la sconfitta patita ai rigori 4 anni prima a Francoforte.

Protagonista della serata è stata la trentaduenne Carli Lloyd, autrice di una splendida tripletta in appena 16′ che gli sono valsi anche i complimenti del presidente americano Barack Obama giunti tramite Twitter.

 

Gara senza storia dopo il 4-0 firmato da Lauern Holiday   e solo nel secondo tempo grazie ad un sussulto d’orgoglio delle nipponiche, la partita si è riaperta parzialmente con il 4-2 giapponese. E’ stata Tobin Heaht a ristabilire le lunghezze con il 5-2 definitivo che ha fatto partire la festa del pubblico USA.

Sfatato un tabù – Le ragazze americane conquistano il loro terzo Mondiale, una manifestazione che stava diventando una sorta di tabù per chi è abituato da sempre a dominare. Basti pensare che all’Olimpiade, da quando è stato ammesso il calcio femminile (Atlanta 1996), su cinque edizioni disputate, gli Usa hanno vinto quattro ori e un argento, “fallendo” soltanto ai Giochi di Sydney 2000. Ma al Mondiale, non riuscivano a vincere da 16 anni, cioè da quando Brandi Chastain trasformò nel 1999 dentro al Rose Bowl di Pasadena il rigore decisivo contro la Cina e si tolse la maglia restando in top in una foto rimasta storica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS