Google utilizza un robot per capire quanto è lento uno smartphone Android

503
0
CONDIVIDI
google-latency-robot

Quello che ha voluto condividere François Beaufort su Google+ non sarà certo utile alla maggior parte degli utenti ma attraverso queste piccole curiosità si riesce a comprendere il grande lavoro che c’è dietro un sistema operativo. Google, secondo quanto condiviso, per testare i sistemi operativi Chrome OS e Android sui suoi dispositivi utilizza un robot automatizzato per il controllo della latenza (l’intervallo di tempo che intercorre fra il momento in cui arriva l’input al sistema ed il momento in cui è disponibile il suo output. In altre parole, la misura della velocità di risposta di un sistema).

Il lavoro del robot non è niente di speciale. Il suo compito, infatti, è quello di effettuare dei tap tutti uguali tra loro sui dispositivi provati. Grazie a degli input standard Google può ottenere una lettura accurata per verificare quanto velocemente il dispositivo risponde al tocco.

Il sistema si chiama Chrome Touchbot ed è stato sviluppato per fornire al colosso americano dati molto attendibili da cui partire per ottimizzare al meglio i propri dispositivi. Di seguito il video di Chrome Touchbot in funzione:

Un ulteriore curiosità legata al software di controllo della latenza è la sua disponibilità. Può essere utilizzato da tutti dato che il programma è completamente open source ed è disponibile a questo link. Le funzioni messe a disposizione in Chrome Touchbot non sono così evolute. Il progetto è ancora agli inizi e il team di sviluppo è cosciente del fatto che ha ancora un sacco di lavoro davanti a se.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS