Coppa America: c’è l’ostacolo Perù tra il Cile e la finale [VIDEO]

141
0
CONDIVIDI

Siamo arrivati alle ultime tre partite della Coppa America 2015. Tra stasera e domani andranno in scena le due semifinali che vedranno di fronte Cile-Perù e Argentina-Paraguay, gli ultimi due scogli prima della finalissima del 4 luglio a Santiago.

I primi a scendere in campo saranno i padroni di casa di Jorge Sampaoli allo Stadio Nacional, decisi a regalare alla nazione una finale aspetta da troppo tempo e magari coronata con il primo storico alloro continentale. La Roja dovrà fare  ameno di Jara, squalificato dopo i fatti avvenuti nei quarti con Cavani, ma avrà a disposizione tutti i suoi alfieri più importanti, primo fra tutti Arturo Vidal. Non sarà facile superare un Perù che fino ad ora ha sorpreso per qualità ma soprattutto per organizzazione, merito del c.t. Gareca e di un modulo che esalta in pieno le qualità di due bomber stagionati ma sempre decisivi come Guerrero e Pizarro. Quello che spaventa di più in casa Cile è anche la freschezza mentale della compagine peruviana che in semifinale non avrà nulla da perdere al contrario dei padroni di casa che invece si giocano l’orgoglio e la reputazione di fronte alla nazione. Su questo fattore punta proprio Gareca che ha chiesto ai suoi in conferenza stampa di continuare a divertirsi allontanando la tensione e spostandola sulla rivale. I cileni hanno dimostrato di essere la squadra più in forma del torneo e soprattutto quella che gioca meglio. Uno stile offensivo che può piegare anche l’organizzazione e la solida difesa peruviana.

Guerrero mina vagante – Ci si aspetta molto da Guerrero, autore di una tripletta nei quarti contro la Bolivia e che dal 2012 gioca in Brasile. Da giovane era considerato un attaccante molto promettente: ha frequentato le giovanili del Bayern Monaco e fra il 2006 e il 2011 ha disputato cinque campionati con l’Amburgo, non riuscendo mai a segnare più di dieci gol a stagione in Bundesliga. Da quando è in Brasile, però, ha iniziato a segnare moltissimo: in tre stagioni con il Corinthians ha segnato 54 gol in 125 partite, compreso quello decisivo nella finale del Mondiale per club del 2012 contro il Chelsea (la partita finì 1-0 proprio per il Corinthians).

– Probabili formazioni 

Cile (4-3-1-2): Bravo; Isla, Medel, Jara, Mena; Vidal, Diaz, Aranguiz; Valdivia; Vargas, Sanchez. CT: Sampaoli.

Perù (4-4-2): Gallesi; Advincula, Zambrano, Ascues, Vargas; Farfan, Ballon, Lobaton, Cueva; Guerrero, Pizarro. CT: Gareca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS