Ora è possibile vedere nel buio con lo smartphone

579
0
CONDIVIDI
Flir One iPhone

Le fotocamere degli smartphone si sono evolute a tal punto da rendere possibile lo scatto di fotografie in movimento, in modalità panorama, etc… L’unica cosa che ancora non sono in grado di fare è vedere nel buio. In soccorso degli amanti degli scatti termici arriva la società Flir con l’accessorio One. Una volta collegato a un iPhone o a un Galaxy di Samsung, Flir One permette la visione notturna grazie all’utilizzo di una doppia fotocamera.

Al suo interno è presente un sensore CMOS tradizionale che cattura immagini a bassa risoluzione (640×480 pixel). Le immagini catturate vengono mixate con quelle della seconda fotocamera termica. Il risultato finale non è molto distante da quello che hanno a disposizione gli aerei militari o le monoposto di Formula 1, per dare la possibilità ai tecnici di vedere lo stato di usura delle gomme.

Ma cosa possiamo fare con la visuale termica?

Con Flir One è possibile utilizzare lo smartphone per dare uno sguardo dal vivo alla differenza di temperatura di una particolare scena o di un oggetto. L’applicazione ufficiale che si occupa di unire le immagini catturate dai due sensori permette di registrare video, anche in time-lapse, e di impostare un timer per lo scatto automatico. In termini più pratici, Flir One può essere utilizzato per localizzare una perdita, per vedere attraverso nebbia e fumo.

Flir One

Flir sta lanciando anche un SDK per consentire agli sviluppatori di interagire con l’accessorio rendendo possibile ulteriori sviluppi del prodotto.

La versione per iPhone (connettore Lightning) di Flir One è disponibile per l’acquisto sul sito ufficiale a 199 dollari mentre quello per Android (connettore USB) è disponibile al pre-ordine alla stessa cifra.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS