Europei Under 21: l’Italia vince ma è eliminata, fatale il “solito” pari della Svezia

82
0
CONDIVIDI
Italia Under 21

Non è bastata un Italia bella e grintosa per qualificarsi alle semifinali dell’Europeo Under 21 e di conseguenza anche dalle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro. Contro l’Inghilterra gli Azzurri hanno dato il massimo, vincendo per 3-1 e dimostrando di meritare ampiamente la qualificazione, sfuggita non tanto oggi quanto nella prima partita persa malamente contro una Svezia nettamente inferiore. E proprio gli scandinavi sono stati i carnefici dell’Italia fino alla fine, eliminando i ragazzi di Di Biagio grazie al pareggio “beffardo” 1-1 contro il Portogallo che di fatto ha qualificato entrambe le formazioni alle semifinali. Dopo il famoso pareggio per 2-2 ad Euro 2004, la Svezia si ripete portando a casa un altro riluttato utile che qualifica lei ed elimina l’Italia.

Benassi show – Dopo un avvio guardingo, gli azzurri in appema 2′ chiudono la partita contro gli inglesi grazie al vantaggio in acrobazia di Belotti e al preciso piatto destro di Benassi su assist di Crisetig. L’Inghilterra non riesce a reagire e nella ripresa, con la gara che ormai non ha più nulla da dire, l’Italia trova il tris ancora con Benassi che di testa sfrutta al meglio un cross di Trotta in area. L’esultanza più grande arriva però al gol del Portogallo che all’82’ si porta in vantaggio con una rete di Paciencia spalancando le porte della semifinale agli azzurri. Gioia che dura solo 6′ perchè Tibbling all’88’ trova il pareggio “inaspettato” portando la Svezia in semifinale contro la Danimarca, anche qui corsi e ricorsi storici. A nulla serve la rete della bandiera inglese di Redmond per un Italia che mastica amaro per un’eliminazione che va al di la degli effettivi demeriti di una squadra che ha sbagliato solo un tempo della prima partita ma dimostrando contro Portogallo e Inghilterra il suo assoluto valore.

 

INGHILTERRA-ITALIA 1-3


MARCATORI: Belotti (It) al 25’, Benassi (It) al 27’ p.t.; Benassi (It) al 27’, Redmond (In) al 48’ s.t.
INGHILTERRA (4-2-3-1): Butland; Jenkinson, Stones, Gibson, Garbutt; Forster-Caskey (dal 19’ s.t. Loftus-Cheek), Chalobah; Redmond, Ings, Lingard; Kane (Bond, Bettinelli, Keane, Moore, Chambers, Targett, Hughes, Carroll, Ward-Prowse, Afobe). C.T. Southgate.
ITALIA (4-4-2): Bardi; Zappacosta (dal 38’ s.t. Viviani), Rugani, Romagnoli, Biraghi; Berardi (dal 18’ s.t. Sabelli), Cataldi, Crisetig, Benassi; Trotta (dal 30’ s.t. Verdi), Belotti (Leali, Sportiello, Barba, Bianchetti, Izzo, Baselli, Bernardeschi, Battocchio). C.T. Di Biagio.

ARBITRO: Karasev (Rus).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS