Dal 1 luglio anche i farmaci si acquistano con un clic

95
0
CONDIVIDI
farmaco

Non solo farmacie e parafarmacie. Dal 1 luglio, per effetto del recepimento della direttiva europea 2011/62/UE sui medicinali ad uso umano, anche i farmaci senza obbligo di prescrizione potranno essere venduti online. I medicinali arriveranno quindi a casa ma con tutte le garanzie che certificano che il prodotto acquistato è sicuro. A venderli saranno soltanto i portali eCommerce con il “bollino di qualità“, un logo assegnato dal ministero della Salute a garanzia dei cittadini.

«Finalmente regolamentata la vendita online dei farmaci in Italia, in linea con quanto avviene già in altri Paesi, e le farmacie autorizzate alla vendita online saranno gestite da operatori già autorizzati alla vendita sul territorio in Italia», ha dichiarato Domenico Di Giorgio dell’Unità Prevenzione e Contrasto Contraffazione Medicinali dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

Grazie all’utilizzo del bollino i cittadini sapranno sempre se il sito da cui stanno acquistando è affidabile. «L’Agenzia del farmaco effettuerà controlli costanti e monitorerà la vendita in Rete nell’ambito del sistema nazionale antifalsificazione dei medicinali già in atto e che, ad oggi, ha portato alla chiusura di centinaia di siti illegali», ha detto il direttore generale Aifa Luca Pani.

Non mancano i dubbi sull’efficacia di vendere online dei prodotti che il più delle volte devono essere acquistati rapidamente. «Non sono ancora disponibili dati su quante siano le farmacie che adotteranno anche la vendita telematica. Ad ogni modo nel nostro Paese le farmacie sono presenti in modo capillare sul territorio, e questo potrebbe rendere il ricorso all’acquisto online limitato», ha detto la presidente di Federfarma, Annarosa Racca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS