Google I/O: Android M ufficiale con USB type C e durata della batteria migliorata

304
1
CONDIVIDI

Come preannunciato, Android M è stato ufficializzato al Google I/O con molte novità: come al solito Google ha annunciato una migliore gestione della batteria, ma anche l’introduzione del supporto ufficiale per USB type C, ovvero lo spinotto invertibile, e il supporto ai controlli biometrici, quali i lettori di impronte digitali.

USB Type C

usb type c android m

Piccola novità, ma molto attesa, è appunto il supporto a USB Type C, che offrirà su tutti i device tutti i benefici del nuovo standard, se accoppiato con un controller USB 3.1: al Google I/O l’azienda ha mostrato un render di uno smartphone molto simile al Nexus 5, ma con il nuovo connettore, ma non ha indicato se lo smartphone avrà il supporto al nuovo protocollo USB, che porta più corrente per la ricarica e una maggiore velocità per il trasferimento dei dati.

Doze, una gestione intelligente della batteria

android m doze

Sul lato batteria Android M introdurrà un nuovo sistema chiamato Doze, che attiverà il risparmio energetico dei device in base ai movimenti, per cui se lo smartphone sarà in uso in mano all’utente sarà utilizzata la batteria al massimo, mentre se posato su una superficie Doze limiterà la sincronizzazione e il consumo dei dati al minimo: Google ha promesso che il Nexus 9 durerà il doppio con Doze attivo, ma non sappiamo ancora come si comportano gli altri smartphone.

Chrome Custom Tabs

Google migliorerà la user experience introducendo le Chrome Custom Tabs, ovvero la possibilità agli sviluppatori di integrare nelle app direttamente una pagina di Chrome senza dover cambiare app: una funzione molto utile, che sino ad adesso utilizzava il browser interno del sistema, non sempre aggiornato agli ultimi standard di sicurezza e senza tutte le comodità che Chrome ci ha abituato ad avere.

Android Pay

Android Pay sarà il successore del poco usato Google Wallet: si potrà pagare con chip NFC e con altri sistemi e, si spera, sarà disponibile anche in altri paesi al di fuori degli U.S.A.

La preview

Mentre altri produttori non hanno ancora detto nulla a riguardo HTC ha già confermato che Android M arriverà sicuramente su HTC M9 e M9+, ma non si sa ancora il destino dei terminali più vecchi.

La beta per provare Android M sarà disponibile agli sviluppatori oggi stesso e sarà compatibile con Nexus 5, Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player: appena avremo i link con il download faremo una guida per l’installazione per coloro che vorranno provare il nuovo sistema operativo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Ho letto “in giro” che il Nexus 9, sì che duri il doppio in base ai test effettuati, ma non veniva inteso come durata assoluta, ma solo come durata in stand-by. Poi potrò sbagliarmi, ma ricordo di aver capito così. Comunque gran bell’articolo Luigi, esauriente e dettagliato quanto serve!