Roma blindata per il derby: dalle 15 scatta il piano sicurezza

Off limits l'area intorno lo stadio Olimpico. Deviazioni e strade chiuse per garantire la sicurezza e favorire i controlli dei 50.000 che arriveranno allo stadio. Oltre 1700 gli agenti in campo

367
0
CONDIVIDI
Stadio Olimpico

Strade chiuse, traffico deviato, intere zone della città bloccate, controlli accurati nei confronti dei tifosi diretti allo stadio. Le misure da adottare il giorno della partita Lazio – Roma sono state illustrate durante un tavolo tecnico svoltosi in Questura, nella Capitale. Nei dintorni del Foro Italico saranno impiegati 1700 agenti delle forze dell’ordine, tra polizia, guardia di finanza, carabinieri e vigili urbani che avranno il compito di garantire che il derby si svolga senza incidenti.

L’apertura dei cancelli dell’Olimpico è prevista per le 15, così da permettere l’afflusso regolare dei circa 50mila spettatori attesi. In tutta l’area esterna all’impianto saranno potenziati i controlli attraverso operazioni di filtraggio e prefiltraggio in modo da impedire che arrivino sugli spalti oggetti pericolosi.

1700 agenti garantiranno la sicurezza nel quadrante dello stadio

I controlli per i tifosi laziali verranno effettuati da piazza Dodi, mentre per i tifosi romanisti, da largo De Bosis, Franchetti, Gladiatori e Olimpiadi. I supporter di entrambe le squadre verranno inoltre, fin dalle adiacenze dello stadio, indirizzati verso i settori di appartenenza: Ponte Milvio per i laziali, Ponte Duca D’Aosta e Ponte della Musica per i romanisti.

L’area intorno lo stadio olimpico sarà off limits per le auto

stadio_olimpicoSempre a partire dalle 15 sono previste chiusure al traffico intorno alla zona del Foro Italico. In particolare saranno off limits Lungotevere Cadorna, Ponte Duca d’Aosta e Lungotevere Diaz nel tratto compreso tra piazzale De Bosis e viale Antonino da San Giuliano. Qualora si rendessero necessarie per garantire l’ordine pubblico, la Polizia Locale potrà attivare anche delle chiusure “a vista” al traffico veicolare sul lungotevere Diaz, nel tratto compreso tra viale Antonino da San Giuliano e Ponte Milvio, viale della Macchia della Farnesina, via dei Robilant e viale Antonino da San Giuliano.

il sindaco marino ha rivolto un appello alle tifoserie, chiedendo di isolare i violenti

Sulla giornata è intervenuto anche il sindaco Marino che, intervistato dal Corriere dello Sport, ha lanciato un appello alle tifoserie: “Dimostrino i tifosi che Roma è una città straordinaria anche da questo punto di vista. E diano una lezione di civiltà rispetto a quei barbari tifosi del Feyenoord che sono venuti a Roma e hanno ferito la Barcaccia”. Il sindaco ha chiesto ai sostenitori di Lazio e Roma di “isolare i violenti” allo stadio e “segnalare qualsiasi azione di disturbo alle forze dell’ordine”, e ha voluto “ringraziare le tante persone che lavoreranno per la sicurezza. Tutte insieme stanno preparando la città a questo evento così importante”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS