CONDIVIDI
John Nash

Il genio dei numeri se ne è andato improvvisamente, in un incidente d’auto che ha spezzato la sua vita e quella della moglie. John Nash, matematico e premio Nobel, è morto a 86 anni in un incidente stradale in New Jersey.

La vita e la storia di Nash erano diventate note al grande pubblico nel 2001, quando Russel Crowe lo aveva interpretato in ‘A Beautifuil Mind’, film tratto dall’omonima biografia di Sylvia Nasar, pubblicata in Italia col titolo Il genio dei numeri.

‘A Beautifuil Mind’, vincitore di quattro premi oscar, aveva fatto conoscere al grande pubblico la storia di Nash, sempre in bilico tra la sua geniale esistenza dedicata ai numeri e la schizofrenia, di cui soffriva.

A Beautiful Mind – “Tu sei tutte le mie ragioni”

Nel 1994 gli venne assegnato il premio Nobel per l’economia, attribuito però in base ai suoi risultati giovanili sull’applicazione della teoria dei giochi non cooperativi all’economia (in cui il concetto basilare è dato dall’Equilibrio di Nash).

Ieri se ne è andato insieme alla donna che aveva sposato due volte e che con Nash formava un’unione indissolubile. Alicia Larde aveva sposato Nash dopo due anni di corteggiamento nel 1957. Il matrimonio, però, era naufragato sotto i colpi della malattia di John già nel 1962. I due, però, non si lasciarono mai definitivamente. E quando Nash riuscì a trovare un equilibrio tra la sua vita e la schizofrenia, nel 1970 tornò al fianco della moglie, la quale da quel momento lo sostenne in tutti i modi e con grandi sacrifici. Finalmente, dopo lunghi travagli, all’inizio degli anni novanta le crisi sembrarono finire. Nash tornò quindi al suo lavoro con maggiore serenità, integrandosi sempre di più nel sistema accademico internazionale e imparando a dialogare e a scambiare idee con altri colleghi.

Uno dei primi a ricordarlo è stato proprio Russel Crowe che su twitter gli ha dedicato un messaggio molto commosso.

Nash, che era riuscito a domare la schizofrenia convivendo con i suoi demoni, è stato sconfitto da un guardrail sulla New Jersey Turnpike mentre tornava a casa con un taxi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS