Premier League: Hull City in Championship, il Liverpool ne prende 6 ma acciuffa l’Europa

44
0
CONDIVIDI
Hull City

L’ultima giornata di Premier League sancisce la retrocessione dell’Hull City in Championship, con gli arancioneri che pareggiano 0-0 contro il Manchester United non riuscendo a recuperare i 3 punti di distacco dall’Aston Villa e soprattutto dal Newcastle, che vince 2-0 contro il West Ham (reti di Sissoko e Jonas Gutierrez, nuovamente decisivo dopo essersi salvato da un tumore ai testicoli) conquistando una salvezza che sembrava alla vigilia molto più complicata. L’Hull City non è riuscito ad approfittare dell’inferiorità numerica dei Red Devils (espulso Fellaini) ma nonostante tutto ha ricevuto l’applauso splendido dei propri tifosi che hanno augurato un pronto ritorno in Premier League. Sempre generosa la squadra di Bruce in questa stagione ma ciò non è bastato per evitare di unirsi a QPR e Barnley.

Se i primi quattro posti erano tutti decisi a favore di Chelsea, City, Arsenal e United, in zona Europa League ne approfittano Tottenham e Liverpool che conquistano gli ultimi due posti a disposizione ma in maniera del tutto opposta. Gli Spurs hanno vinto in trasferta 1-0 contro l’Everton grazie al 31° gol stagionale “dell’Uragano” Kane, decisivo come nessuno nella stagione dei bianchi di Pochettino. Al contrario i Reds si consolano con il sesto posto Europa League dopo la storica debacle rimediata contro lo Stoke City. Il Liverpool è uscito sconfitto contro i Potters per 6-1, una figuraccia che  ha reso ancora più amara la stagione terribile disputa dagli uomini di Rodgers, ormai contestato apertamente dai tifosi. La rete della bandiera di Gerrard è l’unica consolazione di un pomeriggio brutto che saluta lo storico capitano nel peggiore dei modi. Anche il City ha salutato Franck Lampard, che lascia la Premier League destinazione USA. Arsenal vittorioso 4-1 sul WBA mentre il Chalsea ha festeggiato il suo quinto titolo inglese con il 3-1 sul Sunderland.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS