Il Genoa vuole l’Europa. Il Torino viene travolto 5-1

58
0
CONDIVIDI
Genoa Tino Costa

Il Genoa sogna l’Europa nonostante la mancata concessione della licenza UEFA da parte della commissione di primo grado della Federcalcio. Il Torino viene travolto 5-1 dall’armata rossoblu. Di Iago Falque, Dino Costa (doppietta), Bertolacci e Pavoletti le firme.

Primo tempo equilibrato

Primi 45 minuti equilibrati tra Genoa e Torino. Le due squadre si affrontano a viso aperto alla ricerca dei tre punti che possono valere l’ingresso in Europa. I granata vanno vicino alla rete del vantaggio al 14′: un colpo di tacco smarcante di Maxi López libera Moretti che crossa trovando Quagliarella al limite dell’area piccola. La conclusione dell’attaccante termina alta. Quattro minuti più tardi arriva il gol del Genoa con Iago Falque. Niang parte in progressione e serve Boriello. L’ex attaccante della Roma vede Iago Falque libero a centro area e lo serve. Per lo spagnolo è un gioco da ragazzi battere Padelli. Iago Falque ha segnato cinque gol nelle sue ultime sette presenze. Ne aveva realizzati sei nelle precedenti ventidue.

Al 23′ il Torino si rende pericoloso sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Maksimovic svetta di testa ma colpisce debolmente il pallone, bloccato in presa da Perin. Al 44′ il Torino sfiora il gol del pareggio con Quagliarella. Roncaglia sbaglia il retropassaggio spianando la strada all’attaccante napoletano ma Perin è decisivo nel chiudere lo specchio.

Secondo tempo pirotecnico

I granata pareggiano la gara al 61′ con un calcio di punizione di El Kaddouri, il cui destro a giro scavalca la barriera, tocca il palo e si infila in rete. 8 minuti più tardi i rossoblu tornano in vantaggio grazie a Tino Costa, sempre su calcio di punizione. Il tiro dell’argentino viene deviato da El Kaddouri e diventa irraggiungibile per Padelli.

Il Genoa resiste agli assalti del Torino e negli ultimi 10 minuti si scatena mettendo al sicuro la partita. Prima trova il gol del 3-1 con Bertolacci all’87’. Poi Pavoletti e di nuovo Tino Costa stendono la formazione di Ventura rispettivamente al 92′ e al 94′.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS