Addio al region-locking da parte di Nintendo? Ecco le parole del presidente Satoru Iwata

172
0
CONDIVIDI

“Meglio tardi che mai” verrebbe da dire e sembra proprio che il colosso videoludico nipponico Nintendo abbia finalmente afferrato il concetto. Mentre le piattaforme targate Microsoft Sony hanno già da tempo abbandonato l’espediente del region-locking, consentendo in questo modo all’utenza di giocare sulle loro console titoli e applicazioni provenienti da qualsiasi parte del mondo, discorso diverso dobbiamo fare per le console made in  Nintendo, dato che anche le ultime arrivate, Wii U e New Nintendo 3DS, continuano a essere compatibili esclusivamente con software che sono stati prodotti nella stessa regione della console. Per farvi un esempio: se comprate una console Nintendo 3DS in Europa, potrete giocare esclusivamente con titoli europei e non nordamericani o addirittura giapponesi.

Secondo alcune voci che girano in rete nelle ultime ore, tuttavia, la grande N starebbe valutando di cambiare questa strategia adottata per anni e anni per la sua prossima piattaforma, momentaneamente nota con il nome in codice di NX. La notizia sarebbe partita direttamente dal presidente della divisione giapponese di Nintendo, Satoru Iwata, il quale ha rivelato la cosa nel corso di una riunione con alcuni investitori.

“Rimuovere il region-locking dalle attuali console creerebbe vari problemi, quindi non la consideriamo una prospettiva davvero realistica. Invece, per quanto riguarda NX, visto il feedback degli acquirenti e le proposte del mercato – sebbene ancora non sia stato deciso nulla – stiamo valutando internamente che problemi ci sarebbero per la realizzazione del region-free” ha dichiarato Mr. Iwata.

E voi, cosa ne pensate? Vi alletta la possibilità di comprare una console Nintendo europea e poter giocare finalmente a titoli d’oltreoceano senza dover spendere ulteriori somme per procurarvi delle console compatibili con questi ultimi?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS