CONDIVIDI
Mattia Destro

Il Milan risorge dopo tre sconfitte consecutive, la Roma cade a San Siro e domani la Lazio all’Olimpico contro l’Inter avrà la grande opportunità di tornare al secondo posto. Atmosfera surreale al Meazza, che si presenta quasi vuoto, con la curva che contesta pesantemente la società rossonera. La squadra di Inzaghi, con la nuova maglia della stagione 2015-2016, gioca una partita ordinata e grintosa, con il centrocampo protagonista di novanta minuti di intensità e qualità.

Il primo tempo

Il Milan sembra da subito più in palla e va vicino al gol in due occasioni: con Honda e Bonaventura al 13′ e al 30′, ma entrambe le volte un super De Santis dice no. La Roma, intanto, si era fatta vedere tra le due occasioni del Milan al 16′, quando è il palo a dire di no a Manolas che colpisce di testa in mezzo all’area. E’ l’unico strappo di una Roma troppo molle, che infatti al 40′ cade con un tocco da vicino di Van Ginkel (primo gol in Serie A) su assist di Honda dalla destra.

La ripresa

Al ritorno in campo ci si aspetta una Roma subito più incisiva, e invece è il Milan a trovare il raddoppio. Per una legge non scritta – ma quasi “scientifica” come dirà il ds giallorosso Walter Sabatini nel post partita – è Mattia Destro, in prestito dalla Roma al Milan, a battere De Santis con un colpo di testa da distanza ravvicinata su assist ancora una volta del giapponese Honda. A questo punto Garcia capisce che forse deve inserire forze fresche in un attacco praticamente nullo e butta nella mischia Totti e Iturbe.

L’argentino punta spesso l’avversario sulla destra e al 28′ De Jong lo stende. Tagliavento ci pensa, l’addizionale gli dà una mano e l’arbitro con qualche secondo di ritardo fischia il rigore. Totti non batte benissimo, ma Diego Lopez si butta in anticipo e la palla gli sfila sotto una coscia prima di finire in rete. La partita a questo punto cambia volto: la Roma si riversa in avanti, il Milan si schiaccia nella propria metà campo ma regge l’urto fino al 94′. Milan 2, Roma 1. La Lazio aspetta domani l’Inter e, per ora, ringrazia.

Milan (4-3-3): Diego Lopez; Abate, Alex (40′ Mexes), Paletta, Antonelli (22′ st Bocchetti); Poli, De Jong, Van Ginkel; Honda, Destro (29′ st Pazzini), Bonaventura. A disp.: (32 Abbiati, 66 Gori, 17 Zapata, 25 Bonera, 8 Suso, 36 Mastalli, 37 Felicioli, 42 Modic, 98 Mastour) Allenatore: Filippo Inzaghi
Roma (4-3-3): De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Torosidis; Nainggolan, De Rossi, Pjanic (25′ st Totti); Ibarbo (14′ st Iturbe), Doumbia, Jervinho (30′ st Ljajic) A disp.: (28 Skoropuski, 42 Balzaretti, 25 Holebas, 3 A. Cole, 2 Yanga Mbiwa, 20 Keita, 32 Paredes, 48 Ucan, 96 Sanabria) Allenatore: Rudi Garcia
Arbitro: Paolo Tagliavento
Reti: 39′ pt Van Ginkel, 14′ st Destro, 28′ st Totti (R)
Recupero: 1′ e 4′
Angoli: 6 a 5 per il Milan
Ammoniti: 44′ pt Torosidis, 16′ st Florenzi, 19′ st Pjanic, 26′ st Destro, 27′ st Alex, 44′ st Abate, 46′ Mexes per gioco non regolamentare. Espulsi: 48′ st Filippo Inzaghi
Spettatori: 35.614

VIDEO – Il gol di Mattia Destro

Classifica Serie A offerta da livescore.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS