Risate a fine partita, Götze chiede scusa ai tifosi: “Ero molto deluso, vi sbagliate”

370
0
CONDIVIDI
Götze

La sconfitta del Bayern Monaco contro il Barcellona nella semifinale di andata di Champions League, continua a lasciare pesanti strascichi dietro di se. Il più bersagliato da stampa e tifosi è Mario Götze, entrato a pochi minuti dalla fine della partita e apparso abulico e fuori forma come nelle ultime gare disputate con il Bayern. Oltre al mancato apporto alla squadra, i tifosi si sono infuriati perché il talento ex Dortmund a fine partita è stato ripreso mentre rideva e scherzava con l’amico Marc Andrè Ter Stegen, portiere del Barcellona.

I tifosi sono andati tutte le furie e Götze sul suo profilo Facebook ha voluto chiarire la questione chiedendo scusa ai tifosi e chiedendo il suo punto di vista: “Vengo a sapere dai giornali che dopo la partita avrei riso e scherzato con il mio compagno Ter Stegen. Oggi chi pensa che la sconfitta non mi interessi si sbaglia di grosso. Ero deluso almeno quanto tutti i tifosi e i compagni. Se questo non è venuto fuori, mi scuso. Ma voglio dirvi che io do sempre tutto per la squadra, cerco sempre di vincere e mi comporto con rispetto verso i fan, il Bayern e gli avversari”. 

Leggendo le risposte alle sue scuse sembra che molti tifosi siano dalla sua parte, anche se oltre ai propri fans Götze dovrà riconquistare anche la fiducia della dirigenza del Bayern, dopo le aspre critiche mosse nei suoi confronti da Franz Beckenbauer a fine partita: “Deve smetterla di comportarsi come un bambino, ogni volta che perde palla, si ferma”ha tuonato l’ex stella del Bayern e della nazionale tedesca. Oltre a Kaiser Franz, anche Guardiola e Rummenigge avevano incoraggiato nei mesi scorsi Götze ad un maggiore impegno, visto che il trequartista tedesco sta attraversando dalla corsa estate un periodo di involuzione, dopo aver regalato alla sua nazionale la vittoria nella Coppa del Mondo. L’eredità di aver deciso una finale Mondiale, è come se avesse avvolto Götze in un peso troppo grande da sostenere e di non riuscire ad esprimere il proprio valore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS