Juventus – Real Madrid, la vigilia in numeri [VIDEO]

95
0
CONDIVIDI

Juventus e Real Madrid si affrontano in semifinale di Champions League così come accadde nel 2003, anno in cui i bianconeri di Marcello Lippi centrarono la finale di Manchester contro il Milan. Stavolta si giocherà a campi invertiti e la Juve dovrà cercare di far valere subito il fattore “Stadium” provando a fare risultato già nella gara di casa di domani sera.

I precedenti di Carlo Ancelotti contro la Vecchia Signora sorridono ai bianconeri, che nei precedenti 23 incontri hanno perso solo 5 volte contro il tecnico di Reggiolo. Allegri giocherà a viso aperto sfoderando al difesa a quattro e mandando in avanti l’artiglieria pesante con Tevez e Morata di punta, i due attaccanti che vedono meglio la porta e che proveranno a far soffrire Sergio Ramos e compagni. A Torino non ci sarà ma molto probabilmente nella gara di ritorno potrebbe tornare inciampo anche Paul Pogba, giocatore fondamentale per classe e imprevedibilità. Molto probabilmente il trequartista sarà Pereyra, con Pirlo, Vidal e Marchisio nel trittico di centrocampo. I Blancos dovranno fare a meno di Benzema in avanti con Ancelotti che sembra orientato a schierare Bale come centravanti.  Dietro di lui i “soliti” Rodriguez e Ronaldo, pronti ad inventare e segnare come successo nell’ultima sfida di campionato a Siviglia dove il portoghese ha realizzato una splendida tripletta imbeccato dal genio del colombiano ex Monaco. Intanto il capitano Casillas ha avvertito i suoi compagni sui tanti pericoli nascosti nella sfida contro la Juventus, dichiarando che la gara contro i bianconeri sarà durissima. Impossibile non esaltare i due connazionali Morata e Llorente, ormai punti fissi della Juve di Allegri: “Morata diventerà il futuro centravanti della nazionale, è forte di destro, sinistro ed è molto veloce. Llorente è un grande uomo d’area, è furbo e capace di cambiare le partite chiuse”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS